Ceglie Messapica. Evade due volte dai domiciliari nella stessa giornata, arrestato. Denunciato anche un suo familiare per guida senza patente.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni, a conclusione degli accertamenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per evasione, Gioia Giovanni Alessandro, 24enne del luogo in atto sottoposto al regime di detenzione domiciliare e deferito in stato di libertà, per guida senza patente, un 23enne del luogo, suo familiare.

I militari hanno accertato che il 24enne era rientrato a casa all’alba di ieri, dopo essersi arbitrariamente allontanato a bordo di un’autovettura di colore scuro, poco dopo rinvenuta parcheggiata nei pressi del centro storico, di proprietà e condotta dal familiare 23enne, sprovvisto della patente di guida poiché ritirata. La perquisizione effettuata nei confronti dell’arrestato ha consentito di rinvenire e sequestrare una bottiglia di plastica contenente 15 m/l di metadone. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, al termine delle formalità di rito, Gioia Giovanni Alessandro è stato ricondotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Giunto a casa, il giovane è andato in escandescenza, discutendo con i suoi genitori e abbandonando l’abitazione a piedi, dileguandosi per le strade limitrofe. I militari operanti, prevendendo tale eventualità, avevano chiuso le possibili vie di fuga, raggiungendo il ragazzo nei pressi della SP581 Ceglie-Martina Franca. Questa volta, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il Gioia è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.