EL BOSCO DEL CILLARESE A BRINDISI OPERAZIONE “BOSCO SICURO”: MOTOCROSS ABUSIVO BLOCCATO DAI CARABINIERI FORESTALI

SEQUESTRO DI UNA MOTO NON ASSICURATA– MULTE FINO A 5.000 EURO

Nell’ ambito dell’ operazione “Bosco Sicuro”, tesa a reprimere attività illecite nei boschi della provincia, i Carabinieri Forestali della Stazione di Brindisi sono intervenuti nel bosco del Cillarese, nei pressi dell’ omonimo invaso idrico, dove hanno sorpreso un gruppo di 15 motociclisti intenti a fare “cross” lungo sentieri e strade sterrate all’ interno dell’ “area verde”.

Alla vista della pattuglia dei Militari, i motocrossisti si sono dati alla fuga, e dopo un lungo inseguimento uno di loro è stato bloccato, un 19enne brindisino. Il giovane “centauro” è risultato condurre un mezzo privo di immatricolazione, carta di circolazione e tantomeno certificato di assicurazione.

I Forestali, coadiuvati dal Nucleo Radiomobile, hanno pertanto proceduto al sequestro amministrativo della moto, per diverse infrazioni al Codice della Strada (art. 93, commi 1 e 7; art. 193, comma 2); per le suddette violazioni sono state elevate sanzioni fino a 5.000 euro.

Intanto proseguono i servizi per individuare gli altri componenti del gruppo di motoristi, ed in generale per garantire la corretta fruibilità dei “polmoni verdi” a ridosso della città: solo pochi giorni fa, nelle vicinanze, era stata posta sotto sequestro penale una vasta superficie ridotta a discarica abusiva, per la quale gli accertamenti in corso potranno consentire di identificare i responsabili.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.