SAPAR: IL 17 DICEMBRE TUTTI IN PIAZZA A MONTE CITORIO

Nell’intento di intraprendere un serio confronto con il governo e di richiamare lo stesso sui dannosissimi aumenti della tassazione previsti nel settore del gioco di Stato, l’Associazione Sapar nel proclamare lo stato di agitazione, ha indetto una pubblica manifestazione che si terrà il 17 Dicembre in Piazza Montecitorio in Roma alle ore 14:30 chiamando a raccolta tutte le Associazioni e le organizzazioni di categoria.

“Riteniamo – sottolinea il Presidente SAPAR, Domenico Distante – che sia giunto il momento di far sentire in piazza un’unica voce, quella di tutti gli attori del gioco pubblico che oggi vedono seriamente compromessa la possibilità di portare avanti le proprie attività e salvaguardare migliaia di posti di lavoro. Il preannunciato aumento del prelievo erariale da parte dello Stato – prosegue Distante – rischia di far crollare l’intera filiera del Gioco pubblico sotto i ripetuti aumenti della tassazione. Non possiamo più consentire che il Governo impedisca di esercitare attività legali svolte nel pieno rispetto delle regole cedendo a reiterati prelievi dalle tasche delle imprese e dei lavoratori. Chiediamo pubblicamente al Governo  – conclude Distante – l’apertura di un tavolo di confronto, tante volte preannunciato e mai attuato, che porti ad un riordino nazionale dei giochi e che dia certezze una volta per tutte alla programmazione per le piccole e medie imprese. Per far questo intendiamo manifestare uniti in un appello corale che richiede la massima partecipazione. Nel contempo, non verranno tralasciate tutte le opportune iniziative a difesa del settore”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.