BRINDISI.Porto, Conferenza Stampa delle forze di opposizione di Centro Destra

Durissime accuse all’ Amministrazione Comunale : “ Si vuole affossare il nostro porto, non si ha una visione di città “.

Una conferenza stampa per denunciare praticamente “ tutto l’ immobilismo, gli errori compiuti dall’ Amministrazione Comunale sulla questione Porto, su opere preannunciate e non ancora attuate, un rimpallo di decisioni e scelte con l’Autorità di Sistema Portuale che non fa altro che danneggiare lo sviluppo tanto auspicato”.

Le forze politiche di opposizione di Cento Destra, che muovono durissime accuse al Comune di Brindisi, il Sindaco Riccardo Rossi, la maggioranza , ma anche agli stessi dirigenti. Presenti nella Sala Mario Guadalupi il Capo Gruppo consiliare di Forza Italia Roberto Cavalera, il Consigliere Comunale di Brindisi Popolare Carmela Lo Martire, il Capo Gruppo di Fratelli d’ Italia Massimiliano Oggiano, Luciano Loiacono per Idea per Brindisi, il Capo Gruppo Lega Ercole Saponaro .

Roberto Cavalera

Ma significativa anche la presenza di una delegazione di Operatori Portuali brindisini che, subito dopo le interviste dei rappresentanti politici di Centro Destra, hanno avuto un incontro con gli stessi. Perché , come del resto ( e qui le appartenenze, le opinioni politiche non c’entrano niente…) molti cittadini brindisini, c’è enorme preoccupazione per il futuro del nostro porto, anche e soprattutto per il mantenimento dei livelli occupazionali.

Roberto Cavalera introduce gli interventi, come detto molto duri, ad iniziare da quello di Massimiliano Oggiano che fa riferimento ad un “Ordine del giorno nel Consiglio Comunale approvato all’ unanimità lo scorso aprile a cui praticamente l’ Amministrazione Comunale non ha dato corso “. “ Il nostro Porto non ha bisogno

Massimiliano Oggiano

di progettualità e opere pensate e poi rimaste nel cassetto – ha affermato il Consigliere comunale di Fratelli d’ Italia – e per colpa, tra l’ altro, di dirigenti che stanno in sostanza influendo in maniera concreta sulla parte politica . Non è più ammissibile questo rimpallo di competenze e responsabilità tra Amministrazione Comunale e l’ Autorità di Sistema Portuale, e questo immobilismo da parte dell’ Amministrazione e la maggioranza di Centro Sinistra accompagnata alla politica del no “.

Opere bloccate che stanno praticamente bloccando lo sviluppo del porto e faranno interdire gli ormeggi dei traghetti”, notizie tra l’ altro riportate anche dagli organi di stampa “. Oggiano fa riferimento al “ nuovo stop al pontile a briccole per la messa in sicurezza degli ormeggi delle navi traghetto alle rampe della banchina di riva di Costa Morena Ovest .

Ercole Saponaro

Una vicenda che sta inducendo il Comandante della Capitaneria di Porto Giovanni Canu ad interdire gli ormeggi considerati insicuri in caso di condizioni avverse. Non capiamo francamente il comportamento dell’ Amministrazione Comunale, questa sorta di “ ostracismo politico – burocratico” nei riguardi delle progettualità messe in campo dall’ Autorità Portuale, cosa che inevitabilmente porterà il nostro porto ad un ingente danno economico ed anche e soprattutto a perdite di posti di lavoro “.

L’ Ordine del Giorno condiviso da tutte le forze politiche del Consiglio Comunale brindisino lo scorso aprile “metteva praticamente il Sindaco Riccardo Rossi nelle condizioni di recepire un percorso condiviso da sottoporre puntualmente all’ attenzione dell’ Autorità di Sistema Portuale, in termini di progettualità e opere infrastrutturali da compiere per lo sviluppo portuale “. Ed ora, consolidata in conferenza stampa l’ accusa rivolta all’ Amministrazione Comunale, ai suoi dirigenti, di avere praticamente “ disatteso lo spirito di quell’ ordine del giorno “.

Ma si va oltre, nelle varie accuse rivolte all’ Amministrazione Comunale, evidenziando tra l’ altro “ il dato di fatto che, dei cinque porti facenti parte dell’ Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale ( oltre a Brindisi, Bari, Barletta, Monopoli, Manfredonia), quello brindisino è quello messo peggio, con un volume di traffico passeggeri in forte diminuzione. E poi è messo sotto accusa l’ impegno e il ruolo dell’ Assessore all’ Urbanistica Dino Borri ( come hanno tra l’ altro affermato Ercole Saponaro e Carmela Lo Martire, un “ non brindisino” che non ha molti interessi a far decollare il porto di Brindisi), una sorta di “ strategia politica e non solo” ad affossare il porto, il “ becero ambientalismo” che sta anche influendo sull’ azione amministrativa, “l’ evidente mancanza di visione complessiva di città e l’ incapacità di assumersi delle responsabilità da parte dell’ Amministrazione Comunale” – evidenziata da Carmela Lo Martire di Brindisi Popolare .

Da sottolineare, infine, un appello lanciato dal Capo Gruppo della Lega Saponaro al Partito Democratico “ affinchè, avendo tra l’ altro come Presidente Provinciale un’ imprenditrice portuale come Rosy Barretta, scenda direttamente in campo per rilanciare il porto brindisino , senza lasciare in mano ai non brindisini le sorti “ e le dichiarazioni di Luciano Loiacono di Idea “ tutti hanno responsabilità sulla vicenda del nostro porto, la politica me compreso, e il primo cittadino ha grandissime responsabilità di fronte alla comunità. La nostra città sta morendo “.

Video Interviste

Foto di Marcello Altomare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.