“Didone ed Enea tra mito e realtà” al Teatro comunale di Mesagne

Lunedì 16 dicembre il Teatro comunale di Mesagne ospiterà la prova generale, aperta al pubblico, dell’opera “Didone ed Enea tra mito e realtà”, il capolavoro del teatro musicale barocco dell’inglese Henry Purcell.

Si tratta di una produzione interamente allestita a Mesagne, l’opera è riadattata con la regia di Antonio Petris: in scena il giornalista Antonio Caprarica nei panni del commentatore della relazione tra Didone ed Enea, impegnato a tracciare un parallelismo tra il mito e la realtà contemporanea; la direzione musicale è del maestro Andrea Crastolla. “Didone ed Enea tra mito e realtà” è prodotto da Proloco Gallipoli in partenariato con l’associazione musicale “Parsifal” di Mesagne, le associazioni “Il Musicante” e “Emys ambiente” di Gallipoli; è finanziato dalla Regione Puglia e patrocinato dal Comune di Mesagne. L’inizio dello spettacolo è previsto per le 19.30, ingresso libero. Gli inviti potranno essere ritirati presso il Teatro comunale di Mesagne – oggi e domani, sabato 14 e domenica 15 dicembre, dalle 16.30 alle 19.30 – e lunedì 16 dicembre presso l’ufficio Cultura in via Castello dalle 8 alle 14. Per informazioni: 3391338519, 0831776065.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.