BRINDISI.Inaugurata lunedì sera in Via Dalmazia a Brindisi la nuova sede della Confartigianato, alla presenza dell’ Arcivescovo mons. Domenico Caliandro e l’ Assessore comunale Attività Produttive Oreste Pinto .

Una realtà importante rappresentata da belle risorse umane “.

Ogni percorso nuovo da intraprendere è qualcosa di importante, da “ custodire” dentro di se, in ogni caso, perché ti forma, arricchisce ogni “ bagaglio umano” di un’ ulteriore esperienza.

E quando questo percorso è ampiamente condiviso, ci sono puntualmente ulteriori motivazioni per andare avanti, creare qualcosa di importante ed anche innovativo per la comunità e il territorio.

E’ il caso, ad esempio, della Confartigianato Brindisi, a tutti gli effetti un nuovo percorso, nuova realtà, nuovi dirigenti che quotidianamente si impegnano per gli interessi delle piccole e medie imprese, gli artigiani .

Lunedì sera è stata inaugurata la nuova sede in Via Dalmazia, con la significativa e benaugurante presenza dell’ Arcivescovo Brindisi – Ostuni mons. Domenico Caliandro, personalità di grande spessore morale e umano che sicuramente darà un’ ulteriore spinta a tutte le progettualità e iniziative avviate da Confartigianato .

Una nuova sede, spaziosa, accogliente, fortemente voluta tra l’ altro grazie alla forte sinergia tra Confartigianato Brindisi e Bari, consolidata appunto ( se ancora ce ne fosse bisogno…) dalla presenza dei dirigenti di entrambe le realtà, impegnate tra l’ altro in quest’ ultimo periodo in diverse iniziative ( basta fare riferimento alla rassegna di convegni – seminari Appuntamenti di Impresa che si è svolta presso la Camera di Commercio brindisina).

Di fronte ad amici, sostenitori, associati, imprenditori, artigiani ( gente che lavora ogni giorno, con tanti sacrifici), erano presenti il Presidente Confartigianato Bari Francesco Sgherza, il Direttore Provinciale della Confartigianato barese Mario Laforgia, il nuovo Direttore Confartigianato Brindisi Rino Piscopiello, Marco Natillo ( UPSA Confartigianato Bari), oltre all’ Assessore comunale alle Attività Produttive Oreste Pinto, in rappresentanza anche dell’ Amministrazione Comunale e del Sindaco Riccardo Rossi.

E poi, soprattutto, la benedizione dell’ Arcivescovo Domenico Caliandro ( accompagnato da don Mimmo Roma), con parole significative ed anche commoventi ( “bisogna stare sempre tutti insieme, per portare avanti cose belle e nuovi progetti, e la Confartigianato è fatta di grandi risorse umane), un augurio che davvero “ Brindisi, anche attraverso queste realtà, possa crescere e superare i momenti difficili “.

Domenico Caliandro ( Arcivescovo Brindisi – Ostuni)

Un grande e significativo rapporto tra il mondo ecclesiale del territorio brindisino e la Confartigianato, consolidato dall’ adesione dell’ associazione al “ Patto Generativo per il Lavoro e il Sociale” avviato dall’ Arcidiocesi Brindisi – Ostuni in sinergia con tutte le realtà produttive e sindacali brindisine e nel contesto del Progetto Policoro.

Mondo delle piccole e medie Imprese e dell’ artigianato, Amministrazione Comunale, il mondo ecclesiale rappresentato dalla massima autorità del territorio : ecco la “ grande rete” presente all’ inaugurazione della nuova sede brindisina della Confartigianato, del resto sottolineata nelle nostre Video Interviste .

Si può consolidare un percorso condiviso di sviluppo e crescita e nuove possibilità occupazionali “ – non sono “ frasi fatte” , ma reali intenzioni da parte di chi vuole continuare ad impegnarsi per la comunità e il territorio.

Brindisi, il territorio, belle risorse umane : basta crederci….

 

Video Interviste

Foto Marcello Altomare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.