Mercoledì 18 dicembre lavoratori bms al comune

Il Sindacato Cobas lancia una provocazione nei confronti del Sindaco Rossi invitandolo a venire ad un incontro programmato da noi per Mercoledì 18 Dicembre alle ore 11,30 .

L’incontro si svolgerà presso la sala Mario Marino Guadalupi del Comune di Brindisi alla presenza di lavoratori BMS e di cittadini dove potrà in un confronto democratico esporre le decisioni che ha preso per il futuro della società.

Il Sindacato Cobas ha chiesto con forza in questi mesi alla BMS e alla Amministrazione Comunale un piano straordinario per poter collocare in pensione dipendenti giunti a qualche anno dalla pensione ed altri con gravi patologie sostituendoli  con giovani che hanno vinto il concorso; la  gestazione di questo concorso è durata anni illudendo migliaia di giovani e dalla graduatoria finale  non è ancora stato assunto  nessuno.

Solo con l’ingresso di energie giovani e preparate  i settori chiave della BMS riusciranno ad assolvere i compiti loro assegnati , altrimenti ci troveremo sempre con bilanci negativi e relativa chiusura annunciata.

Il Cobas la mattina del 12 Dicembre ha rivolto pubblicamente in Piazza Matteotti di fronte al Comune di Brindisi numerose  domande al Sindaco Rossi sul futuro della BMS.

Addirittura a queste domande ne ha dovuto aggiungere  altre , frutto delle relazioni di 4 dirigenti su 7  che preoccupano non poco.

 Un dirigente del Comune di Brindisi  ha scritto nella sua relazione che gli asili nido si possono privatizzare con il risparmio di un milione di euro , cosa che farebbe schizzare alle stelle il costo per bambino.

Altri dirigenti scrivono che le pulizie e gli autisti ,oggi in tutte e due i casi  dipendenti della BMS , possono essere sostituiti da personale ex lsu stabilizzato a 20 ore che aveva già il suo da fare.

Insomma nuove tegole sulle teste di lavoratori e cittadini .


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.