TORNA A FUNZIONARE IL PORT ENTRY LIGHT DEL PORTO DI BRINDISI

Grazie alla sinergia tra Enel S.p.A., Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e Capitaneria di Porto, torna a funzionare il Port Entry Light (PEL-6) del Porto di Brindisi.


Questo importante sistema di assistenza alla navigazione è assimilabile alle luci di avvicinamento degli aeroporti, che guidano gli aerei in fase di atterraggio. Infatti, è molto più di un semplice faro, poiché emette una scia luminosa di diversi colori visibile anche di giorno per diverse miglia a largo. L’alternanza dei settori luminosi, verde – bianco – rosso, permette di percepire visivamente se ci si trova sulla corretta rotta di ingresso al porto. In particolare, per seguire la rotta di ingresso più sicura, la nave deve navigare all’interno del fascio di luce di colore bianco.
Il PEL-6, ubicato su una torre metallica di circa 25 mt presso l’isola di Sant’Andrea all’interno del porto di Brindisi, fu realizzato nell’ambito dei lavori di potenziamento dei segnalamenti marittimi del porto, approvati dalla soppressa Autorità Portuale di Brindisi.
Tale segnalamento, a seguito della sua installazione e di un periodo sperimentale finalizzato alla determinazione degli assetti operativi di funzionalità, con l’emanazione del “Regolamento della navigazione nella rada e nel porto di Brindisi”, approvato con Ordinanza n.72/2013 del 19/12/2013 della competente Capitaneria di Porto di Brindisi,
venne ufficialmente messo in esercizio e disciplinato.
Nel 2014 la funzionalità del segnalamento in parola era stata interrotta a causa del perpetrarsi, da parte di ignoti, di atti di vandalismo su alcuni apparati di gestione dell’alimentazione elettrica (quadri elettrici e di tele-sorveglianza).
L’intervento di ripristino di questo moderno segnalamento luminoso è stato reso possibile grazie al gruppo Enel e alla centrale “Federico II”, molto impegnati in iniziative di sostenibilità a favore della città. La società elettrica ha curato l’esecuzione di tutte le necessarie opere di manutenzione straordinaria, compresi il riallaccio del PEL-6 alla rete e l’installazione di un idoneo impianto di videosorveglianza.
La Capitaneria di Porto di Brindisi, nell’esprimere soddisfazione per l’importante risultato raggiunto grazie al lavoro sinergico svolto unitamente all’Autorità di Sistema Portuale, alla Corporazione dei Piloti del porto ed Enel, continua a lavorare per incrementare il gradiente di sicurezza del porto, con l’obiettivo di addivenire all’introduzione di ulteriori moderni sistemi a supporto della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana in mare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.