Sit in santa teresa il 30, sit in il 31 BMS

Il Sindacato Cobas organizza 2 sit in  in concomitanza del Consiglio Provinciale il 30 Dicembre alle ore 9,00 per Santa Teresa e il 31 Dicembre con il Consiglio Comunale alle ore 9,00 in Piazza Matteotti per Brindisi Multiservizi.

Ritorniamo sotto il Palazzo della Provincia perché agli insufficienti finanziamenti per le attività della Santa Teresa ,che portano in dote la richiesta di una trentina i licenziamenti per il prossimo anno , si associa una tegola Amministrativa che può portare immediatamente alla consegna dei libri contabili  in Tribunale  per disporne alla chiusura.

Sembra che nella riunione del Consiglio Provinciale ai costi della Santa Teresa per contribuire alla Cassa Integrazione di questi anni si debba aggiungere il bilancio negativo di questo anno.

Ci sono dubbi sulla tenuta della maggioranza quando si voterà su questo punto.

Il Cobas spera che il Segretario Generale in queste ore abbia trovato una soluzione a questa complicata situazione che rischia di trasformarsi in un dramma per i lavoratori e per la stessa tenuta della Amministrazione Provinciale.

Per la Brindisi Multiservizi continueremo a ripetere che le scelte della Amministrazione Comunale porteranno automaticamente alla chiusura della società in quanto non sarà in grado di sostenere le attività lavorative assegnate .

Solo un grande ricambio generazionale con il pensionamento di anziani e di quelli con difficoltà fisiche sostituiti da giovani assunti dal concorso  può salvare la BMS.

 

Il Cobas neanche all’ultimo dell’anno rinuncia a stare in piazza !!!


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.