SARDINE BRINDISINE IN PIAZZA IL 4 GENNAIO A BRINDISI

Da oltre un mese il movimento delle Sardine sta attraversando tutto il Paese, indistintamente da Nord a Sud per contrapporsi ad una politica dell’odio e profondamente lontana dai bisogni dei cittadini.

“Dopo essere scesi in piazza in tutte le province pugliesi siamo pronti a farlo anche nella nostra città, storicamente terra d’accoglienza, capace di abbracciare chiunque ci sia mai stato – dichiarano Stefano Bocchini e Antonio De Simone – non solo per sfidare l’ondata sovranista e populista che sta attraversando il nostro Paese, ma anche e soprattutto perché pretendiamo che la politica smetta di essere vissuta e praticata come una perenne campagna elettorale ma sia capace di mettere al centro i bisogni reali dei cittadini.” Continuano gli organizzatori.

“Già lo scorso 22 gennaio in oltre 400 lavoratori, studenti e cittadini siamo scesi in piazza a Francavilla Fontana, siamo pronti a stringerci ancora di più in Piazza Santa Teresa il 4 gennaio alle ore 17:00 perché vogliamo affermare a gran forza che Brindisi non si lega, ma soprattutto denunciare i reali drammi di questa città, spesso affrontati in maniera superficiale o strumentale dai Governi di più livelli: siamo la 4ª città più povera d’Italia, con uno dei più elevati tassi di abbandono scolastico e disoccupazione, una città e che negli ultimi 20 anni ha perso centinaia di giovani che non hanno potuto trovare l’opportunità di coltivare i propri studi e interessi e poterci rimanere, con un tessuto industriale che ha bisogno di innovarsi ecologicamente e democraticamente e attende risposte” – Continuano De Simone e Bocchini.

Questo movimento nasce in maniera profondamente spontanea e con questi capisaldi, ragion per cui vogliamo sottolineare l’estraneità a qualsiasi simbolo, partito o movimento politico, ma semplicemente trovarci in piazza il 4 gennaio per rilanciare la nostra idea di politica. Per questo una volta aperti gli interventi vogliamo che sia la piazza a parlare: prepariamoci a trovarci strette come sardine e a portare in piazza ciò che più ci rappresenta, da una sardina bianca e blu a un articolo della Costituzione, da un libro o uno striscione, gridiamo a gran voce che Brindisi non abbocca, Brindisi non si Lega!


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.