Fondi FEAMP e PSR. Laricchia (M5S): “Per i fallimenti della Regione la Puglia perde centinaia di milioni di euro di fondi europei”

“Dei 90 milioni di euro che il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca ha previsto per la Puglia, da 2014 ad ottobre 2019 è stata certificata la spesa solo di 1.270.000 euro e adesso si rischia un grave disimpegno delle somme con conseguenti danni per tutto il settore ittico.

Un fallimento che si va ad aggiungere a quello per l’avanzamento della spesa del PSR, ferma a meno di un terzo del totale: su 1.616.684.049,78 euro di dotazione, sono stati spesi 417.997.522,41 euro.  Numeri che significano posti di lavoro persi e ragazzi costretti ad andare fuori regione per poter lavorare. Dati per cui la domanda è solo una: che ha da gioire Emiliano? Cosa ha fatto in questi 5 anni per far aumentare il lavoro in Puglia?”. Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia.

“All’interrogazione sull’utilizzo del fondo FEAMP e sul perchè di un utilizzo così sottodimensionato nonostante il settore attraversi una profonda crisi – continua Laricchia – ci è stato risposto che nella migliore delle ipotesi si stimava che al 31 dicembre 2019 si sarebbe arrivati a certificare una spesa di 6,1 milioni di euro. Una cifra del tutto irrisoria, per cui Emiliano deve dare spiegazioni, come per i PSR su cui si limita a dire di stare tranquilli, ma i dati  dell’AGEA, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, dicono chiaramente che la Puglia ha perso 86 milioni di fondi FEASR per gli errori regionali. Una cattiva gestione che rischia di far perdere alle Regioni il controllo dei fondi, che nella prossima programmazione potrebbe passare a livello centrale, quindi allo Stato. Di sicuro scaricare la colpa sull’ex assessore Di Gioia non basta, dal momento che lui stesso dopo le prime (finte) dimissioni gli chiese di tornare visto il lavoro fatto. Scelta che ci ha fatto perdere ulteriore tempo per un teatrino infinito dei due. Serve un netto cambio di passo per due settori vitali per la nostra economia, ormai distrutti da questo Governo regionale”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.