Vicenda pneumatici usati non ritirati dalle officine dai Consorzi preposti, assemblea convocata da Confartigianato Brindisi .

E’ una situazione non più sopportabile, chiederemo immediatamente un tavolo in Prefettura “.

Una vicenda che, per certi versi, può anche essere ritenuta “ paradossale “( non è la prima né l’ ultima, in territori, in un Paese sempre alle prese con una miriade di problematiche e una burocrazia incessante ), ma è soprattutto grave, con risvolti sulle attività svolte e di natura ambientale.

Il mancato ritiro dei pneumatici usati presso le officine brindisine da parte dei Consorzi Nazionali preposti, denunciato già nei giorni scorsi da Confartigianato Brindisi in una nota stampa , e in seguito anche attraverso una lettera inviata al Sindaco Riccardo Rossi e all’ Assessore comunale all’ Ambiente Roberta Lopalco.

Una situazione ormai insostenibile , di cui ora devono anche e soprattutto occuparsi le istituzioni “- dichiarano i gommisti brindisini, praticamente rappresentati dalle dichiarazioni di Giovanni Ribezzo già in un nostro articolo – approfondimento di due giorni fa. Una delegazione di gommisti del territorio brindisino che ieri sera ha partecipato ad una riunione – assemblea convocata da Confartigianato Brindisi nella sede provinciale di Via Dalmazia, in cui si sono prese e consolidate decisioni importanti.

Per la Confartigianato erano presenti il Direttore Rino Piscopiello ( che in prima persona quotidianamente segue molto da vicino la vicenda) e Marco Natillo ( in rappresentanza anche del gruppo dirigenziale di Confartigianato Bari , in questo contesto di grande sinergia tra le due realtà ), di fronte alla delegazione di gommisti e operatori del settore, tra cui i brindisini Nicola Lusito e Giovanni Ribezzo ( che da tanti anni , con passione e molti sacrifici, continuano questa attività.

Nel corso della riunione è stato praticamente nominativo un Direttivo ( di cui è Presidente proprio Nicola Lusito), che si impegnerà sin d’ora ad avviare ogni iniziativa possibile per scongiurare, anche e soprattutto, “un’ emergenza ambientale che può peggiorare da un momento all’ altro, se non si interviene immediatamente “. Basti pensare a tutti quei gommisti che da circa sei mesi e più continuano ad avere dentro la propria officina le gomme usate, che dunque non sono prelevate dai Consorzi a cui abbiamo fatto cenno prima .

Come confermato tra l’ altro da Rino Piscopiello nella nostra video Intervista ( insieme a Nicola Lusito), “ sarà richiesto un Tavolo in Prefettura, con le istituzioni, l’ Amministrazione Comunale brindisina ( che, attraverso l’ Assessore Lopalco, ha confermato il proprio impegno) e, si spera, quei Consorzi chiamati in causa in questa vicenda, che devono dare immediate risposte ).

Video Interviste

Foto Marcello Altomare