PRIMARIE, FDI: “LA PUGLIA REALE VUOLE CAMBIARE ROTTA”

Dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo

“Ottantamila pugliesi sono sicuramente un numero di cui tener conto, ultimi strascichi di un elettorato di sinistra che ancora ci crede, sicuramente sono molto meno del 2014 ed è un dato che deve inevitabilmente far riflettere: il popolo pugliese vuole cambiare rotta e l’ha decretato già ieri.

“Certo, errare è umano – come Michele Emiliano ha dichiarato ieri giustificando i suoi errori da governatore – ma in questi cinque anni di errori il presidente della Regione Puglia ne ha commessi tanti: sanità, agricoltura, infrastrutture, settori fondamentali per la crescita di un territorio, non possono e non devono avere falle. Emiliano non può chiedere ai pugliesi di legittimare altri cinque anni di errori, per questo il centrodestra dovrà lavorare alla costruzione di un’alternativa di governo valida e che parta proprio da quegli errori per risanare meritocrazia, crescita economica e produttiva, trasparenza.

“Tutto ciò che in questi anni è mancato perché Michele Emiliano era impegnato a gestire la sua scalata al potere, da lui declinato in ogni forma possibile: dalle guerre intestine al suo partito alla consegna dello scettro a diverse personalità che oggi, di fatto, impongono la loro grande mano su settori strategici. Crediamo che i pugliesi non vogliano continuare su questa scia: siamo convinti che per la Puglia sia giunto il momento di voltare pagina verso un futuro che non può essere interpretato da chi ha reso la regione fanalino di coda dell’Italia”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.