Mesagne, tutto pronto per l’attivazione di tre consulte di partecipazione

La delibera di Consiglio comunale del luglio scorso ha istituito a Mesagne tre consulte nei settori Sport e Attività ricreative; Cultura e Ambiente; Attività socio-sanitarie e assistenziali. “Consideriamo le consulte di settore degli importanti strumenti di partecipazione, organismi propositivi e consultivi dell’Ente comunale.

Calabrese

Come è noto, le Consulte sono composte dai rappresentanti delle singole associazioni iscritte nell’apposito Albo previsto dallo Statuto comunale”, ha spiegato il sindaco Toni Matarrelli, soffermandosi sulla funzione dell’istituto e sull’importante ruolo che possono svolgere nella rappresentazione dei bisogni dei cittadini.

Il presidente del Consiglio comunale, Omar Ture, ha disposto la prima convocazione per garantirne l’attivazione. Il primo appuntamento è stato fissato giovedì 16 gennaio, si procederà con l’elezione del presidente e del vicepresidente della consulta Ambiente, attività socio-sanitarie e assistenziali; si proseguirà il 23 Gennaio con la consulta Sport e Attività ricreative; si terminerà il 30 gennaio con la consulta della Cultura.

“Favorire e valorizzare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politico-amministrativa, economica e sociale è essenziale in ogni comunità democratica. L’Amministrazione comunale intende continuare a perseguire questi scopi con il massimo impegno nel rispetto dello Statuto comunale e della legislazione vigente”, ha dichiarato Antonio Calabrese, consulente politico alla Partecipazione attiva. Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 17.00 e si terranno nell’aula consiliare.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.