BRINDISI.FORZA ITALIA – EMILIANO FA CAMPAGNA ELETTORALE CON I SOLDI PUBBLICI. IL SINDACO ROSSI COPROTAGONISTA DEGLI INSUCCESSI

Il Governatore della Puglia Michele Emiliano la deve smettere di fare campagna elettorale utilizzando i soldi pubblici!

Dopo l’umiliante risultato delle primarie nella città di Brindisi (dove ha rimediato appena 127 voti) Emiliano torna a Brindisi per una iniziativa di “Puglia Sviluppo”, agenzia della Regione Puglia che in questo caso si presta a servire i ‘padroni’ espressione del Partito Democratico Emiliano-Boccia”.
Nella nota di presentazione dell’iniziativa si fa riferimento alla necessità di creare “l’alba di un nuovo giorno per Brindisi” con la presenza dei livelli istituzionali nazionale, regionale e comunale. E non a caso verranno a fare passerella il ministro Boccia, Emiliano e il sindaco Rossi.
Molto meno comprensibile, invece, risulta la presenza del presidente di Confindustria Marcucci e del cantante Al Bano Carrisi che si prestano (sicuramente in maniera inconsapevole) a fare da cornice ad una iniziativa di chiaro stampo elettorale.
Non è di queste passerelle che ha bisogno Brindisi!
Se il ministro Boccia ed Emiliano ne hanno la capacità, facciano in modo che sia il Governo ad occuparsi di Brindisi attraverso interventi straordinari finalizzati ad una ripresa economica ed occupazionale del territorio.
Quanto al nostro Sindaco, ogni tanto si ricordi che proprio Emiliano per anni ed anni ha marginalizzato la provincia di Brindisi ed ancora oggi non c’è un solo rappresentante di questo territorio nella Giunta regionale. E soprattutto si ricordi di pensare alla sua città che versa in condizioni disastrose, anche per i suoi 18 mesi di malgoverno.
Coordinamento provinciale e cittadino di Forza Italia – Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.