BRINDISI.“NOTTE A CERANO”, PROPOSTE E SOSTEGNO PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO.

Lo sviluppo del territorio al centro del dibattito tra istituzioni, imprese e cittadinanza con l’obiettivo di contribuire fattivamente alla crescita del tessuto economico della città di Brindisi edell’intera provincia, partendo dall’analisi delle problematiche ambientali con cui la terra adriatica si misura ormai da tempo.

L’oggetto del talk vuole essere l’alba di un nuovo giorno che vede coinvolti tre livelli istituzionalinazionale, regionale e comunale, per progettareun nuovo modello di sviluppo condiviso.

Nel corso dell’iniziativa, organizzata con il contributo di Puglia Sviluppo, l’agenzia in house della Regione, saranno argomentate le strategie, ma anche gli strumenti più coerenti per la definizione di soluzioni innovative, finanziarie e non, che possano consentireil prevalere di uno sviluppo sostenibile. Uno sviluppoche, allo stesso tempo, valorizzi le risorse locali, umane, naturali e tecnologiche, ma calamiti anche risorse esterne così da arricchire ulteriormente il tessuto economico e sociale brindisino.

Ad offrire il proprio contributo al confronto

Francesco Boccia – Ministro degli Affari Regionali, Michele Emiliano – Presidente della Regione Puglia, Riccardo Rossi – Sindaco della Città di Brindisi, Antonella Vincenti – Vice Presidente di Puglia Sviluppo, Antonio De Vito – Direttore Generale di Puglia Sviluppo, Patrick Marcucci – Presidente di Confindustria Brindisi, Al Bano Carrisi.

A moderare la serata, la giornalista Annagrazia Angolano, Direttore di Canale 85.

L’appuntamento è in programma sabato 25 gennaio alle h 17.30, nel Foyer del Nuovo Teatro Verdi di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.