Indifferenti mai: Mesagne ricorda l’Olocausto

Il programma per celebrare la Giornata della Memoria – ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime della Shoah – a Mesagne ha visto l’esordio con l’iniziativa che si è svolta presso il Liceo Scientifico “Epifanio Ferdinando” di Mesagne denominata “Appunti di viaggio tornando da Auschwitz”, a cura degli studenti delle classi quinte A e C e, per i canti, della professoressa Miriam Musa.


“Conferendo la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, Mesagne ha preso posizione anche per il presente su quei rigurgiti di pericolosa intolleranza che sono ancora più diffusi di quanto si possa credere. La memoria storica serve a respingere tutti gli strumenti di confronto che non si fondano sulla ragione e sul rispetto degli altri”, ha ricordato il sindaco Toni Matarrelli.

 L’appuntamento è il primo dei tre momenti in calendario nei prossimi giorni. Mercoledì 5 febbraio, nel Teatro comunale di Mesagne, sarà proiettato il film “Aquile randagie”, del regista Gianni Aureli. In mattinata, la visione sarà riservata agli alunni delle Scuole primarie; a partire dalle ore 18 del pomeriggio è previsto l’intervento del prof. Salvatore Lezzi sul tema “La Resistenza in Europa”. A seguire, la proiezione della pellicola sarà garantita agli studenti delle Scuole medie e superiori. “Il Giorno della Memoria, insieme all’aspetto celebrativo– afferma il consulente politico alle Politiche scolastiche, Marco Calò – rappresenta, per i più giovani e in realtà per tutti noi, un’occasione di riflessione sui valori della solidarietà e della tolleranza sui quali poggia la Costituzione e la democrazia”. Giovedì 6 e venerdì 7 febbraio, l’auditorium del Liceo Scientifico accoglierà la performance dei bambini delle quinte classi del secondo Circolo didattico “Giovanni XXIII” di Mesagne, sul tema “Bambine e bambini di fronte alla Shoah”. Le iniziative sono patrocinate dal Comune di Mesagne e realizzate in collaborazione con le Scuole.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.