BRINDISI.Ordinanza di misura cautelare per spaccio ed estorsione nei confronti di un’uomo di nazionalità senegalese.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed estorsione, la Squadra Mobile di Brindisi nella giornata del 29 gennaio scorso ha eseguito una Ordinanza Applicativa di Misura Cautelare nei confronti di Niang BABA, di nazionalità senegalese.

L’attività trae origine da una indagine, nel corso della quale si riscontravano molteplici episodi di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina che garantivano significativi proventi economici.
In una circostanza, veniva, altresì, riscontrato un ricorso ad innumerevoli minacce dal tenore particolarmente violento, attuate con distinte modalità nei confronti di un acquirente insolvente e finanche di sui congiunti, persone totalmente estranee ai fatti ed ignare della condizione di tossicodipendenza della vittima. Le incessanti vessazioni poste in essere dallo spacciatore venivano anche concretizzate con l’invio di numerosissimi messaggi telefonici e telematici.
Gli episodi oggetto di indagine si erano verificati nella città di Catania, nel lasso temporale febbraio 2018 — marzo 2019.
All’atto dell’emissione del provvedimento restrittivo in parola, il soggetto destinatario risultava irreperibile nella città di Catania, veniva rintracciato in questo capoluogo, all’esito di mirata attività di Polizia Giudiziaria, dalla Seconda Sezione della Squadra Mobile di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.