BRINDISI, ARRESTATO PREGIUDICATO DI ORIGINI ALBANESI COINVOLTO NEL CONFLITTO A FUOCO CON I CARABINIERI

ARRESTATO PREGIUDICATO DI ORIGINI ALBANESI COINVOLTO NEL CONFLITTO A FUOCO CON I CARABINIERI IN DATA 30 GENNAIO U.S. IN CONTRADA CIVITA DEL COMUNE DI COLONNELLA.


La Procura della Repubblica di Teramo ha coordinato le indagini, ottimamente espletate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Teramo, in collaborazione con quelli del Comando Provinciale di Brindisi che hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto un pericolosissimo soggetto pluripregiudicato per reati nel settore degli stupefacenti di origini albanesi X.R. classe 1990, domiciliato nella Provincia di Ascoli Piceno, ritenuto responsabile del gravissimo episodio accaduto nella mattina del 30 gennaio u.s., nell’agro del Comune di Colonnella.
In particolare, la persona fermata aveva in precedenza ingaggiato un conflitto a fuoco nei confronti di un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alba Adriatica intervenuta presso una sala slot “Admiral” per controllare una donna dal fare sospetto all’esterno del locale.
I Carabinieri, dopo aver fermato la donna, asseritamente di origini brasiliane, che si aggirava nei pressi di quella sala slot ed avere accertato che era priva di documenti per l’identificazione e, dopo aver atteso l’arrivo di una pattuglia a supporto, continuavano il loro giro di perlustrazione incrociando nei pressi una Toyota Auris di colore nero, già segnalata per un altro episodio di rapina ad una sala slot ubicata sulla bonifica del Tronto, in data 23 gennaio 2020. Alla vista dell’equipaggio, l’uomo alla guida invertiva la marcia per darsi a precipitosa fuga inseguito immediatamente dai Carabinieri.
Durante il lungo e pericoloso inseguimento giunti sulle colline della località Civita del Comune di Colonnella, l’uomo dapprima lanciava dal finestrino alcuni oggetti contundenti verso la macchina d’Istituto, per poi sporgersi ed esplodere numerosi colpi di arma da fuoco con una pistola semiautomatica, che fortunatamente non colpivano i militari. Nel proseguire nella sua folle fuga, l’uomo alla guida della Toyota perdeva il controllo del mezzo che finiva la sua corsa su di un muro perimetrale. Non appena scendeva dal mezzo, il conducente apriva nuovamente il fuoco nei confronti dei militari fermatisi a pochi metri da lui, questa volta attingendo l’autoradio.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.