BRINDISI. la Comunità Africana Ringraziamento ringrazia l’Ufficio Immigrazioni della Questura di Brindisi

Il Presidente della Comunità Africana di Brindisi, Drissa Kone, a nome di tutti i migranti che si trovano sul territorio di Brindisi e provincia, ringrazia il Questore vicequestore e tutti gli operatori della Questura di Brindisi; in modo particolare, il Dirigente dell’Ufficio Immigrazioni, per aver mantenuto le promesse fatte in occasione della Manifestazione che si è svolta il 25 gennaio.

Infatti avevano promesso che avrebbero ridotto i tempi per il rinnovo del permesso di soggiorno e hanno rispettato l’impegno, perché adesso gli appuntamenti vengono fissati in breve tempo. Naturalmente questo è un vantaggio per gli stranieri, che così hanno la possibilità di lavorare regolarmente, di ricevere le cure mediche e di prendere una casa in affitto, ma nello stesso tempo è un vantaggio per l’economia nazionale, perché vengono regolarmente pagate le tasse dovute allo Stato Italiano.

Quindi, la Comunità Africana dichiara la piena disponibilità a collaborare, per garantire la sicurezza e l’interesse di tutti, senza alcuna eccezione.

Ringraziamo calorosamente anche tutte le associazioni che ci hanno sostenuto in questa battaglia, come in tante altre. In particolare la CGIL, l’ANPI, il Forum per Cambiare l’Ordine delle Cose di Brindisi, l’ARCI Brindisi, Migrantes di Brindisi, Casa Betania, Cooperativa Sociale Solerin, Casa del Popolo di Torre Santa Susanna, Cooperativa l’Ala, Potere al Popolo di Brindisi, La Collettiva TFQ Brindisi e tutti i cittadini attivi, che hanno preso parte alla manifestazione.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.