BRINDISI. Lo Martire:ROSSI AUMENTA IL TICKET DELLA MENSA SCOLASTICA, MA NON FA PAGARE L’UTILIZZO DEL CENTRO COTTURA

E’ di questi giorni la protesta di centinaia di genitori che sono costretti a fare i conti con l’aumento del ticket della mensa scolastica deciso dall’Amministrazione-Rossi. Un carico non indifferente, soprattutto se si considera che va ad aggiungersi – per molti nuclei familiari – al sensibile aumento della retta per gli asili nido ed all’aumento di altri servizi pubblici.

Il fatto inconcepibile è che, da un lato si chiedono sacrifici ai brindisini per usufruire della mensa scolastica, mentre dall’altro si concede all’ azienda aggiudicatrice dell’appalto di utilizzare gratuitamente il centro cottura (di proprietà comunale) per la fornitura di pasti ad altri “clienti” (con un ovvio guadagno da parte della stessa azienda).

Il problema lo abbiamo posto in tempi non sospetti (anche con una interrogazione), chiedendo un accesso agli atti e poi sentendoci rispondere ufficialmente dal dirigente che “a fronte dell’autorizzazione concessa alla ditta non è previsto alcun corrispettivo”.

A nulla è servito evidenziare, anche al Segretario Comunale, il più che probabile danno erariale e sollecitare una rimodulazione di tali rapporti: tutto è rimasto inascoltato!!!

Resta il fatto – gravissimo – che è stato concesso un bene comunale senza alcun introito per l’Ente. Introito che oggi sarebbe servito per attutire gli effetti degli aumenti imposti a carico delle famiglie.

Sull’intera vicenda, pertanto, in relazione ai compiti che spettano ad un consigliere comunale, ritengo utile informare la sezione regionale della Corte dei Conti per gli approfondimenti del caso.

Avv.Carmela Lo Martire


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia  Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi.

Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland,  non percedendo  provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una  donazione..Ti ringraziamo per l'attenzione.