ROMANO (SENSO CIVICO): FINALMENTE ANCHE BOZZETTI SALE SUL CARRO DELLA “BUONA SANITA’”. ADESSO L’ASL DI BRINDISI FACCIA LA SUA PARTE

Vedere salire anche il consigliere regionale Gianluca Bozzetti sul carro dei sostenitori della “buona sanità” in Puglia non può che renderci felici, visto che chi scrive ha lavorato con tutte le proprie energie per avviare a soluzione tanti problemi della sanità pubblica di questa provincia e per ottenere già risultati importanti in tanti settori.
Sarebbe il caso, però, che Bozzetti si coordinasse con i suoi colleghi consiglieri pentastellati Trevisi e Conca che non mi pare siano sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda.
E dovrebbe anche sintonizzarsi con quello che il Movimento 5 Stelle ha sempre detto in riferimento al PTA di San Pietro Vernotico, ritenendolo una follia e scendendo in piazza per contrastarlo.
Per fortuna, la storia non si cancella e l’evidente stato confusionale di Bozzetti e colleghi pentastellati è sotto gli occhi di tutti, oltre ad essere rintracciabile sulla rete.
Quanto al direttore generale dell’Asl di Brindisi, invece, è legittimo che rivendichi una serie di risultati importanti per la sanità della provincia di Brindisi. A questo punto, però, sarebbe ora di superare la fase degli annunci e di dare una accelerata a ciò che la Regione Puglia ha già deliberato da tempo e che aspetta solo una materiale attuazione. Un compito – quello dell’attivazione di strutture, d el funzionamento dell’esistente e dell’organizzazione del personale – che spetta proprio al dott. Pasqualone.
Pino Romano – Presidente Commissione Sanità della Regione Puglia


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.