“Ambiente,Lavoro, Futuro-il Pianeta che Speriamo ”.Iniziativa organizzata dall’ Ufficio Pastorale dell’ Arcidiocesi Brindisi-Ostuni e l’equipe del“Progetto Policoro“

Ambiente, Lavoro, Futuro- il Pianeta che Speriamo ”, grande e significativo successo dell’ iniziativa organizzata dall’ Ufficio Pastorale dell’ Arcidiocesi Brindisi – Ostuni e l’ equipe del “Progetto Policoro “. “ Parola d’ordine “ : SINERGIA .

E’ una fase molto delicata per tutti, il mondo intero, i Paesi, i territori, le famiglie, precari e disoccupati e lavoratori, chi soffre, la politica, gli amministratori.

Tutti, evidentemente, alla ricerca di “ un mondo ideale”, in cui vivere e lavorare serenamente , sognare una “ società diversa”, dove continuare a creare, operare, investire, progettare.

Un mondo che non sia quello “ dell’ improvvisazione”, del “ solo parlare e non fare”, della “ politica inconcludente, corrotta, incapace”, degli “ inquinatori”, di chi “ non è solidale, ma individualista”.

Temi “ nobili”, “universali”, che, spesso, sfuggono di mano, di fronte ad una “ vita troppo veloce e da stress” e, appunto, ad un “ senso individualista” che vuole sovrastare elementi come sinergia e comunità di intenti .

Ambiente, Lavoro, Futuro – Il Pianeta che Speriamo” è stato il tema di un’ iniziativa organizzata giovedì pomeriggio, presso la Chiesa Scuole Pie a Brindisi, dall’ Ufficio Pastorale dell’ Arcidiocesi Brindisi – Ostuni e l’ equipe del “ Progetto Policoro”, un “ contenitore” ambizioso, di progettualità e speranza .

Il mondo ecclesiale, che, anche nel territorio brindisino, sta dimostrando di avere “ uno sguardo ampio verso il futuro”, proprio attraverso queste iniziative. Già, “ Ambiente, Lavoro, Futuro,Sviluppo”, problematiche che vanno affrontate sinergicamente, con tutte le realtà del territorio e la comunità .

E non è casuale, ormai da diverso tempo, ad esempio, la grande sinergia tra l’ Ufficio Pastorale e l’ Arcidiocesi e l’ organizzazione sindacale Cisl, nel Progetto Policoro e non solo. L’ iniziativa( un messaggio universale lanciato alla comunità brindisina) vuole essere in sostanza un percorso virtuoso che coinvolga i diversi attori del territorio, per chiedersi “ quali possano essere concretamente le soluzioni e progettualità che portino ad uno sviluppo sostenibile “.

Uno sviluppo che non può prescindere ( come tra l’ altro affermato dall’ Arcivescovo Brindisi – Ostuni Domenico Caliandro) da quelle risorse e competenze umane che si incontrano, discutono, pensano, agiscono, riflettono, con comunità di intenti .

L’ introduzione di Don Mimmo Roma( parroco della Cattedrale, personalità cardine dell’ Ufficio Pastorale che fa della solidarietà e la sinergia due elementi probanti del proprio patrimonio religioso e morale), gli interventi di rappresentanti nazionali e locali del mondo cattolico e sociale : Don Bruno Bignami ( Direttore dell’ Ufficio dei Problemi Sociali e del Lavoro Conferenza Episcopale ), Angelo Colombini ( segretario Nazionale Confederale Cisl con delega ai settori Ambiente ed Energia ), Filippo De Miccolis ( Presidente Provinciale Coldiretti Brindisi).

Diverse le tematiche e problematiche affrontate, le emergenze ambientali che ad esempio legano tra loro Taranto e Brindisi, i giovani disoccupati che cercano fortuna altrove, il dramma dei cinquantenni che hanno perso il lavoro o il lavoro non ce l’ hanno, salute – ambiente – lavoro – produttività che dovrebbero andare sempre paralleli in una visione a largo raggio di sviluppo sostenibile.

E poi, questa parola, SINERGIA, che non deve essere “ tabù “, ma una “ voce roboante” che penetri in ognuno di noi, nella comunità “ sana e solidale”, nella politica e le istituzioni, in quel mondo del volontariato e dell’ associazionismo che era presente in un percorso appena iniziato .

Video interviste

Foto di Marcello Altomare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.