Mesagne (Br).Domenica in Villa torna il mercatino dell’antiquariato e degli hobbisti

Torna a Mesagne l’appuntamento con il mercatino dell’antiquariato, dell’artigianato e degli hobbisti. Domenica 16 febbraio, gli stand che fanno riferimento alle associazioni culturali “Zacaredde” e “Arteventinpiazza” si distribuiranno in via Tenente Ugo Granafei, lungo la strada e il viale della Villa comunale.

“Il connubio tra antiquariato e hobbisti si è rivelato un accostamento apprezzato. Nell’insieme, si tratta di un’iniziativa che offre interessanti risvolti culturali, creando l’occasione per ridare vita agli oggetti in disuso – svelandone ricordi e curiosità – e per visitare le bellezze della città”, ha spiegato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli.

“Mesagne vecchi tempi” è un po’ di tutto, soprattutto per chi ama viaggiare tra vecchi bazar, alla ricerca del tempo passato e delle sue tracce: grammofoni, mangianastri, orologi a pendolo, mobili vintage e pezzi da collezione; ce n’è per tutti i gusti. Le realizzazioni degli hobbisti attirano la curiosità di chi ama circondarsi di elementi unici, fatti a mano, per la casa e da indossare. C’è chi infila perle, chi lavora il legno e la lana, chi restituisce tempo a suppellettili e a libri che – a coloro che non sono dotati di speciale creatività – verrebbe da scartare.

“Lo avevamo annunciato in prossimità della prima data, confidando nella possibilità che potesse diventare un appuntamento fisso, per appassionati e visitatori. La risposta degli avventori ha convinto gli organizzatori, l’iniziativa resta confermata per ogni terza domenica del mese”, ha commentato Antonello Mingenti, assessore comunale alle Attività produttive.

Lo svolgimento dell’evento è previsto per l’intera giornata.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.