COBAS BRINDISI.Mancato incontro task force su ciclo dei rifiuti ed ex nubile

Il Sindacato Cobas si lamenta che nella giornata odierna  per una mail sbagliata rivolta all’avvocato Grandeliano , responsabile della agenzia regionale dei rifiuti AGER, sia stata cancellata una riunione al Comune di Brindisi sulla illustrazione dei nuovi impianti legati al ciclo dei rifiuti e al recupero occupazionale dei lavoratori ex Nubile e di altre vertenze rimaste sospese da decenni come per la Termomeccanica.

La Task Force nella convocazione di  questa riunione  si riprometteva di legare i programmi della Regione Puglia sul ciclo dei rifiuti che prevedono a Brindisi la costruzione di una serie di impianti e l’impegno firmato alcuni anni fa alla Regione Puglia di recuperare il personale già impegnato , anche possibilmente nella costruzione degli stessi impianti.

La riunione è stata aggiornata dalla Task Force Regionale , guidata dal presidente  Leo Caroli , a Mercoledì 26 Febbraio alle ore 15,00 presso la Presidenza della Regione Puglia sul lungomare Nazario Sauro.

Il disastro giudiziario creato dalla ex ditta Nubile con il sequestro degli impianti come quello del CDR e della discarica di Autigno continua ad avere dei pesanti strascichi che devono essere risolti al più presto possibile , pena aggravio dei costi per i cittadini sui rifiuti.

Nel corso degli anni abbiamo dovuto protestare vivacemente per la vandalizzazione dell’impianto di CDR, costruito con soldi pubblici in via per Pandi,  del maggiore inquinamento della discarica di Autigno, che rimanevano sequestrati dalla Magistratura .

Finalmente dopo anni di ritardo da parte della Regione Puglia sulla attuazione di un piano sui rifiuti vediamo l’approssimarsi della costruzione di alcuni impianti , per i quali ci vorranno comunque alcuni anni prima di entrare in funzione.

Il Sindacato Cobas è da anni affianco a questi lavoratori lottando per un loro rientro a quel posto di lavoro che qualcuno ha pensato di distruggere.

 

Per il Cobas Roberto Aprile


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.