Mesagne (Br).Il Parco archeologico di Muro Tenente pronto per nuove scoperte

Il Parco archeologico di Muro Tenente è stato interessato da recenti lavori di pulizia ordinaria e straordinaria.

Gli interventi disposti dall’ufficio Ecologia e Ambiente hanno riguardato in particolare il tratto che – considerati gli elementi emersi durante i lavori di scavo della scorsa estate – potrebbe essere attraversato dall’antico tracciato viario dell’Appia Antica. Sono state bonificate dallo scarico abusivo di rifiuti anche alcune strade che delimitano la cinta muraria dell’insediamento messapico, via Salento e la vecchia strada dei Greci. Il Comune ha previsto lo smaltimento dei rifiuti speciali abbandonati nella zona, attivando le procedure per la rimozione degli stessi.“La recente scoperta, al vaglio degli studiosi e della Soprintendenza archeologica, avvalora il percorso unitario da consolidare insieme al Comune di Latiano. Occorre collaborare per contrastare gli atti di inciviltà che deturpano lo straordinario patrimonio paesaggistico, col fine condiviso di valorizzarne gli importanti elementi di valore storico-culturale che lo caratterizzano”, ha dichiarato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli.L’Amministrazione comunale intende promuovere ogni iniziativa utile a rilanciare l’interesse per il Parco, collegandolo in modo naturale ed efficace alla storia della città messapica. “Il Centro storico di Mesagne e la sua straordinaria area museale – che oltre al Castello include anche il parco archeologico urbano di vico Quercia – devono vivere in simbiosi, come se fossero città gemelle, con le attività di Muro Tenente”, ha spiegato Mimmo Stella, consulente cittadino alla valorizzazione, promozione e tutela delle aree archeologiche, dei beni monumentali e museali.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.