PSR. M5S: “Va fatta chiarezza sul mistero dei bandi per la sottomisura 4.1 A. Emiliano risponda”

“Vogliamo vederci chiaro sul secondo avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno per l’attuazione della sottomisura 4.1 A del PSR.

La Regione, infatti, come confermato dall’Autorità di Gestione del PSR Puglia, afferma di aver individuato un elaborato prezzi e rese dei prodotti agricoli (e cioè lo strumento con il quale si calcolano i fondi europei da assegnare alle aziende agricole che hanno partecipato alla relativa misura) sulla base di dati provenienti da differenti fonti statistiche, precisando che l’elaborato sarebbe stato ‘verificato e validato con il Partenariato Economico e Sociale che ha fornito ulteriori elementi di natura tecnica’. Peccato che l’affermazione sia stata smentita dalle organizzazioni professionali che l’AdG ha detto di aver interpellato. Una presa di distanza ribadita ulteriormente dai competenti Ordini degli Agronomi provinciali, che hanno condiviso una nota unitaria estremamente dura. Come spiega tutto questo l’assessore Emiliano?” È quanto chiedono i consiglieri del M5S Puglia, che lo scorso 10 febbraio hanno presentato una interrogazione indirizzata all’assessore all’Agricoltura Emiliano.

“Quanto abbiamo letto oggi nell’inchiesta pubblicata dal quotidiano ‘L’Attacco’ in merito a tecnici che si sarebbero direttamente rivolti con una lettera al presidente/ assessore per chiedere di modificare i bandi della 4.1 A, quando loro stessi sarebbero stati direttamente interessati agli stessi non fa che confermare il bisogno che si faccia chiarezza su una questione che sta mettendo in ginocchio l’intero comparto. Dopo quella lettera l’assessore Di Gioia si dimise per la seconda volta – ricordano i pentastellati – e dopo dieci giorni dalle dimissioni una delibera dell’Autorità di Gestione avrebbe sostanzialmente accolto le richieste formulate nella missiva e 137 progetti in precedenza bocciati sono stati ripescati e finanziati. Emiliano deve rispondere politicamente del suo operato da assessore all’Agricoltura, ma fino ad ora è sempre scappato delle audizioni in IV commissione in cui avrebbe dovuto fare chiarezza sull’accaduto, scaricando tutto sulle spalle dei tecnici a cui certo non spetta dare l’indirizzo politico dell’assessorato. Quanto raccontato anche con nomi e cognomi stavolta, non può essere ignorato a tutela della credibilità della politica, dell’ente, dello stesso mondo agricolo, delle associazioni di categoria e dei professionisti che operano in maniera ben diversa. Emiliano, perché non parli?”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.