Lavoro. Bozzetti (M5S) presenta mozione per prevedere la figura del pedagogista nei percorsi di orientamento

Dopo l’approvazione della legge del  M5S per istituire “l’Unità di formazione del personale e di pedagogia scolastica”, il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti ha depositato una mozione per impegnare la Giunta a prevedere l’introduzione della figura del pedagogista nei percorsi di orientamento nel mondo del lavoro.

“Su proposta dell’Anpe (Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani) Puglia – spiega il pentastellato – ho deciso di presentare la mozione per chiedere alla Giunta di stipulare un protocollo Regionale d’intesa, attraverso l’assessorato alla Formazione e Lavoro, l’ufficio scolastico regionale, nonché le strutture decentrate dello Stato competenti, in modo da prevedere i pedagogisti nei percorsi di orientamento nel mondo del lavoro anche in supporto agli operatori del settore al fine di fornire agli stessi operatori utili strumenti di lettura per operare scelte coerenti e rispondenti ai talenti personali, alle attitudini e aspirazioni personali. In questo modo riusciremmo a fare incontrare più velocemente domanda e offerta di lavoro e a motivare i tanti ragazzi, che magari non hanno ancora trovato un lavoro, solo perchè nessuno ha capito quale fosse il loro talento, riuscendo a valorizzarlo. Il pedagogista può svolgere attività di orientamento scolastico e professionale; di promozione culturale e interculturale anche attraverso l’organizzazione di iniziative tecnico-scientifiche; di coordinamento, direzione, monitoraggio e supervisione di interventi a valenza educativa, formativa e pedagogica nei settori di sua competenza.  Per questo riteniamo che il suo inserimento nei percorsi di orientamento al lavoro possa portare grandi benefici”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.