CORONAVIRUS, CONGEDO E VENTOLA (FDI): “EMILIANO DIA SUBITO INDICAZIONI, NOI PRONTI A FARE LA NOSTRA PARTE “

l deficit di informazione e l’assenza di indicazioni da parte della Regione Puglia e dell’assessore alla Sanità nonché presidente di regione Michele Emiliano, sta contribuendo ad alimentare disorientamento, incertezze e paure nei cittadini.

Nonostante siano trascorsi ormai tre giorni dal primo caso accertato di contagio in Italia, la Puglia risulta ancora indietro con il piano straordinario di prevenzione e informazione, a differenza di altre regioni come la vicina Basilicata. Questo sta portando Istituzioni e semplici cittadini a non avere alcuna idea di come comportarsi -eccetto per le regole igieniche di base-, e quindi a non avere contezza delle procedure e precauzioni da adottare e di possivili rischi che si potrebbero correre. Senza voler creare allarmismo alcuno, sollecitiamo il presidente Emiliano ad intraprendere anche misure più delicate, soprattutto per quanto riguarda gli ingressi in Puglia. E a definire le regole per i luoghi maggiormente affollati a cominciare da scuole e stazioni, mezzi pubblici, sale d’aspetto ospedaliere. Fratelli d’Italia, in Puglia come già avvenuto a livello nazionale con le dichiarazioni del presidente Giorgia Meloni, è disposta a fare la propria parte mettendo da parte la polemica politica nell’esclusivo interesse della tutela della salute dei cittadini. Il rischio non va sottovalutato neppure sotto il piano economico: già diverse aziende in queste ore segnalano disdette di acquisti, e questo compromette drasticamente uno dei settori più vivi della nostra regione.

Saverio Congedo, coordinatore regionale Fratelli d’Italia Puglia

Francesco Ventola, vice coordinatore regionale Fratelli d’Italia Puglia


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.