Potenziamento personale dei CPI. M5S: “Chiarezza sulle forme semplificate di svolgimento delle prove scritte dei bandi”

“L’Arpal è costretta a prevedere forme semplificate di svolgimento delle prove scritte per il reclutamento di personale a tempo indeterminato, perché in Puglia a differenza di altre regioni si è costretti a lavorare sempre in emergenza e non si fa adeguata programmazione.

Sappiamo che si tratta di procedure previste dalla legge, ma se l’Arpal avesse pubblicato per tempo i bandi, come hanno fatto ad esempio Toscana e Veneto, non sarebbe stato necessario ricorrere a modifiche del Regolamento”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S che annunciano la richiesta di audire  in Commissione Lavoro le sigle sindacali di categoria, il Commissario straordinario dell’Arpal Massimo Cassano e l’Assessore alla Formazione e Lavoro Sebastiano Leo.

“Nell’interrogazione che abbiamo presentato più di un mese fa – continuano i pentastellati – oltre a sottolineare i ritardi dell’Arpal nel far partire i concorsi  per l’assunzione del personale necessario al potenziamento dei Centri per l’Impiego, nonostante il trasferimento dal Ministero del Lavoro di 26 milioni di euro, chiedevamo anche di conoscere le motivazioni del ritardo dell’adozione del Piano Regionale Straordinario di potenziamento dei centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro, che avrebbe dovuto predisporre l’Arpal. Il Commissario straordinario Cassano ci ha risposto piccato che il piano c’era ma, come sempre succede quando chiediamo di visionare i piani di fabbisogno del personale delle Agenzie regionali, la documentazione si perde misteriosamente per strada e si inizia a prendere tempo. Come si fa a capire quante sono le assunzioni necessarie senza il piano? Inoltre chiediamo cosa si intenda fare  per la ricollocazione dei dipendenti delle partecipate delle Province che hanno maturato una esperienza decennale nei Centri per l’Impiego, ad esempio gli ex Isola Verde di Taranto o i lavoratori della Santa Teresa di Brindisi. A questi ultimi tra l’altro era stata promessa l’imminente firma di una convenzione per ritornare immediatamente operativi, il tutto dopo l’approvazione del bilancio Arpal da parte della Giunta: ad oggi questa approvazione ancora non c’è stata e fra due giorni ai lavoratori scadrà anche la cassa integrazione. Per non parlare della platea dei circa 300 formatori professionali: anche qui una ennesima promessa disattesa, si parlava infatti di ‘premialità’ in termini di punteggio nel bando, così da poter permettere continuità lavorativa ai formatori, ma anche qui il nulla assoluto. Tutte situazioni per cui è necessaria una ricognizione, promessa da oltre un anno dall’Arpal. Grazie al nostro pressing sono partiti i bandi necessari per permettere ai Centri per l’Impiego di lavorare al meglio e offrire un servizio fondamentale in una regione in cui la mancanza di lavoro è al primo posto tra i problemi più sentiti dai cittadini. Ora vigileremo sulle procedure e sulla destinazione delle risorse arrivate dal Ministero. Nessuno può pensare di usare l’Agenzia per il Lavoro per farsi campagna elettorale”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.