Domani al Museo Ribezzo di Brindisi: Presentazione del rapporto finale per la nascita di una rete dei musei pugliesi

Con Antonio Lampis, direttore della Direzione generale dei Musei del Mibact,  e Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale della Regione Puglia

Un processo di radicali cambiamenti sta interessando il contesto dei musei italiani sia a livello nazionale che a livello locale. In particolare la creazione del Sistema Museale Nazionale impone alle Regioni di attrezzarsi per raggiungere adeguati standard: perciò con il supporto dei Poli Biblio Museali e del Teatro Pubblico Pugliesee grazie alla consulenza di Mecenate 90, la Regione Puglia – Assessorato all’industria turistica culturalenell’ottobre scorso ha avviato un vero e proprio cantiere condiviso, coinvolgendo con i responsabili di circa quaranta musei del territorio (civici, privati, ecclesiastici), i comuni e le altre istituzioni competenti per una serie di laboratori che si sono svolti su tutto il territorio regionale, insieme a workshop e costanti sopralluoghi.

Sono state raccolte idee, visioni, riflessioni, grazie al dialogo innescato dall’assessorato regionale all’industria turistica e culturale.

Il Rapporto finale di questo processo denso di suggestioni e contributi sarà presentato domani al Museo Ribezzo. Vi aspettiamo!

Interventi di

Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale, Regione Puglia

Antonio Lampis, direttore della Direzione generale dei Musei del Mibact

Mariastella Margozzi, direttrice del Polo museale regionale

Ledo Prato, segretario generale di Mecenate 90


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.