Fondo per la transizione energetica. M5S: “Una parte delle risorse sia destinata anche a Brindisi”

“Condividiamo le preoccupazioni di Confindustria per la decisione della Commissione Europea, di destinare le risorse del Fondo per la transizione energetica a Taranto e all’area mineraria del Sulcis in Sardegna e abbiamo già interessato della questione il nostro europarlamentare Mario Furore, componente della commissione bilancio, per fare in modo che una parte di quei fondi sia destinata a Brindisi anche e soprattutto in vista della riconversione della centrale Enel, in modo da salvaguardare i livelli occupazionali e dare nuove prospettive di sviluppo nella direzione delle energie rinnovabili”.

Lo dichiarano il consigliere regionale del M5S Gianluca Bozzetti e i consiglieri comunali di Brindisi Gianluca Serra, Tiziana Motolese e Paolo Le Grazie.

“Dobbiamo pretendere tutti maggiore attenzione per il nostro territorio – continuano i pentastellati – anche da parte del Governo e riteniamo anche noi un errore non aver inserito interventi specifici su Brindisi nel Piano per il Sud. Da parte nostra continueremo il percorso iniziato con i tavoli istituzionali che riguardano il porto, il settore aeronautico ed energetico, con l’obiettivo di un Tavolo Istituzionale Permanente, in cui far confluire anche il Contratto Istituzionale di Sviluppo. Bisogna dialogare e coinvolgere tutti gli attori interessati per discutere delle crisi aziendali e occupazionali che attanagliano il nostro territorio e delle possibili risoluzioni, ponendo una valutazione di merito circa la possibilità di emanare una legge speciale per Brindisi. Le nostre priorità sono la tutela dei posti di lavoro e lo sviluppo di un’economia sostenibile per la città, ma c’è bisogno di unità istituzionale e un’attenzione maggiore da parte del Governo nazionale che sopperisca alla totale inerzia del governo regionale in questi ultimi 5 anni”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.