CISL FP: No tagli ai Servizi Sociali del Comune di Brindisi

Con nota scritta al Sindaco di Brindisi, premesso il particolare, delicato momento emergenziale correlato al Covid-19, in cui tutti gli organismi istituzionali si interrogano sul da farsi per garantire il benessere di ogni singolo cittadino, Luigi Verardi responsabile territoriale del Dipartimento politiche sociali Cisl Fp contesta la richiesta del comune capoluogo alle cooperative sociali, che gestiscono servizi esternalizzati, di esprimersi sulla loro volontà o meno di proseguire per ulteriori sei mesi ma con la previsione del taglio del 20% sulle cifre finora percepite.

La Cisl Fp, argomenta Verardi, da tempo ha espresso chiaramente “la propria opposizione a soluzioni di risanamento del bilancio comunale che prevedano tagli di alcun genere, specie nel settore dei servizi sociali” mentre invariata rimane la posizione dell’Amministrazione Comunale.

“È appena il caso di sottolineare l’importanza e la necessità di tutti gli interventi offerti dai servizi esternalizzati, con i servizi sociali che profondono la propria opera al servizio degli ultimi, dei più deboli – annota Aldo Gemma, segretario generale Cisl Fp Taranto Brindisi – e mentre il cuore del Paese è messo alla prova in maniera così importante in questo momento contingente nessun intervento di natura pubblica dovrà essere condizionato da mere logiche ragioneristiche.”

La Cisl Fp, conclude Gemma “si rende come sempre disponibile ad individuare spazi di dialogo per soluzioni praticabili a tutela della popolazione fragile, dei servizi offerti e della salvaguardia dei livelli occupazionali.”

servizi_sociali_brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.