COVID-19 E UE, FITTO: PROROGARE SCADENZA BANDI EUROPEI, L’ITALIA POTREBBE NON RISPETTARE QUELLE RAVVICINATE E PERDERE PREZIOSI AIUTI

Il co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto, insieme agli altri colleghi, ha presentato un’interrogazione alla Commissione Europea

“Scadranno a breve alcuni BANDI EUROPEI di vitale importanza per la Sanità, l’Agricoltura, l’Innovazione e le Imprese italiane. Qualche esempio: Salute 2014-2020 (3 giugno) e Salute, cambiamento demografico e benessere (7 aprile); Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi (15 aprile); WiFi4EU (18 marzo); Azioni per accrescere lo sviluppo del mercato della finanza per le imprese sociali (31 marzo).

“E’ davvero improbabile che in piena un’emergenza sanitaria da Covid-19 l’Italia, ma in generale tutti i 27 Paesi dell’Unione Europa, possa rispettare le scadenze. E’ evidente che la macchina burocratica dello Stato e delle Regioni è decisamente in affanno, perché i rispettivi uffici sono impegnati su altri fronti (tenuto conto che si sta sperimentando anche il ‘Lavoro agile’ e si stanno mettendo in ferie i dipendenti). Per questo come delegazione italiana di Fratelli d’Italia abbiamo presentato alla Commissione Europea un’interrogazione perché valuti la necessità di procrastinare le date di scadenza previste per i bandi dei fondi diretti e indiretti.

“Non vorremmo che alla fine di tutto questo oltre ai danni inevitabili si debbano contare anche quelli che con il BUON SENSO si possono evitare”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.