ASSUNZIONI OSS, FDI: MOLTI PARTECIPANTI AL CONCORSO NON SI RITROVANO CON IL PUNTEGGIO OTTENUTO, IL DG DATTOLI FACCIA SUBITO CHIAREZZA

Dichiarazione dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo

“Quello degli operatori socio-sanitari è sicuramente uno dei più grandi concorsi espletati di questa legislatura: ieri l’annuncio del direttore generale del Policlinico di Foggia, Vitangelo Dattoli, di oltre 2.000 vincitori (interni 478 ed esterni 1671, per la precisione)

“Il presidente-assessore Sanità, Michele Emiliano, si è affrettato subito a precisare che è stato: ‘realizzato rispettando tutte le regole di evidenza pubblica e dopo un’accurata selezione che ha premiato i più bravi’. E allora come è possibile che in queste ore siamo subissati di telefonate e segnalazioni di partecipanti al concorso che denunciano una variazione del punteggio relativo a titoli di servizio? Candidati che in precedenza vedevano attribuito un punteggio e che poi se ne sono ritrovato un altro.

“E’ necessario fare immediatamente chiarezza, il direttore generale del Policlinico di Foggia, Dattoli, che ha gestito il concorso per tutta la Puglia, dia al più presto tutte le spiegazioni, lungi da noi credere che qualche ‘manina’ abbia favorito qualcuno a discapito di qualcun altro ma la trasparenza è uno dei pilastri essenziali su cui si regge la P.A.

“Oltretutto fare chiarezza con trasparenza serve a tutti, perché può succedere che un OSS che lavora nel privato, lasci il lavoro per accedere al lavoro pubblico e poi si ritrova per strada a seguito di ricorsi che sarebbe utile evitare fornendo ai malcapitati dimostrazione di corretto operato”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.