COVID19 – ROMANO: LA REGIONE DIA AVVIO AD UN SUPPORTO PSICOLOGICO A DISTANZA PER LE FAMIGLIE

La gravissima emergenza sanitaria in corso interessa direttamente anche la Puglia e quindi è necessario che la Regione assicuri assistenza fisica e psicologica ad operatori sanitari, malati e famiglie.

C’è il rischio concreto, infatti, che già dai prossimi giorni quella psicologica diventi una emergenza nell’emergenza.
Ecco perché è assolutamente necessario che la Regione Puglia si faccia carico del problema, attivando un servizio pubblico, presso ogni Asl, agganciato al numero verde “covid19” e reso disponibile per tutte le famiglie.
L’Ordine degli Psicologi (ma c’è una disponibilità anche del Polo universitario del Policlinico di Bari) , a dire il vero, si è mosso subito in maniera solidale, ma questo non è sufficiente in quanto non si può fare solo affidamento sulla solidarietà e sul volontariato.
La salute psicologica, infatti, deve avere pari dignità e deve essere tutelata dalle istituzioni pubbliche.
Da qui la decisione di rivolgermi al Presidente Michele Emiliano ed al Direttore del Dipartimento sanitario Vito Montanaro affinché la Regione Puglia vari un piano regionale in grado di assicurare assistenza psicologica in tutte le Asl della Puglia, sia per il personale sanitario che per le famiglie. Queste ultime, tra l’altro, si trovano ad affrontare situazioni derivanti dalla chiusura delle scuole, dei centri diurni e semiresidenziali (se in presenza di disabili costretti in casa) e delle attività ambulatoriali riabilitative delle disabilità fisiche. Un aiuto psicologico, pertanto, potrebbe risultare determinante in un momento così difficile.
Pino Romano – Presidente Commissione Sanità della Regione Puglia


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.