POTERE AL POPOLO Brindisi: chiusa pneumologia, li chiamiamo eroi ma non li tuteliamo!

La chiusura del reparto di Pneumologia dell’Ospedale Perrino di Brindisi ci lascia attoniti!

Apprendiamo che infermieri e medici sono risultati positivi al covid19. Perdiamo dunque un reparto strategico per la salvaguardia della nostra salute, e diremmo vita, in questa lotta contro il corona virus.

Più volte l’Ordine dei medici di Brindisi aveva sollevato l’allarme sui contagi degli operatori sanitari, la mancata attivazione delle linee guida regionali da parte della ASL di Brindisi anche riguardo ai protocolli sull’isolamento del personale entrato in contatto con i positivi…nulla è stato fatto!

Chi compie il proprio lavoro senza protezione e nell’insicurezza non deve essere chiamato eroe! Ciò deresponsabilizza chi li sta mandando al macello! In una Italia che ora piange le proprie vittime, chi invitava i propri cittadini a non fermarsi preferendo il profitto, lasciato aperte fabbriche che potevano essere chiuse, alle vite umane si assuma le proprie responsabilità, a livello locale e nazionale!

Chi aveva il compito di vigilare sulla nostra Salute? E parliamo di Brindisi, della nostra città! Chi doveva chiedere conto a chi non rispettava le linee guida regionali?

Si è puntato sulla comunicazione che riversa tutta la responsabilità sul singolo. Ciò è profondamente disonesto e non fa che obbedire ad una strategia precisa. Si canalizza la rabbia e la frustrazione sui capri espiatori. Si mette cittadino contro cittadino, fratello contro fratello, si sparge odio e paura pur di deviare l’attenzione dalla inadeguatezza di chi aveva ed ha tuttora il dovere di gestire la situazione.

Dopo aver distrutto la sanità pubblica e non avere il coraggio, come è accaduto in altri paesi, di requisire le strutture private, a Brindisi assistiamo alla chiusura del reparto indispensabile alla cura del corona virus, assistiamo alla mancanza di tutela per il personale sanitario.

Con una campagna mediatica a livello nazionale come Potere al Popolo avevamo denunciato tutto questo e ne CHIEDIAMO CONTO, ORA! Che il sindaco nonché presidente della provincia, non possiamo dimenticare ciò che sta accadendo a Carovigno dove si susseguono le morti e i contagiati in una casa di riposo, RIFERISCA alla città e convochi al più presto un tavolo con gli attori interessati in una comunicazione chiara e trasparente alla popolazione!

Noi continueremo a vigilare.

Potere al Popolo Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.