CORONAVIRUS. REGIMENTI (LEGA): “TUTELA LEGALE A OPERATORI SANITA’ IMPEGNATI IN QUESTA FASE DI EMERGENZA”

“Chiediamo al Governo di considerare la possibilità di tutelare con apposite norme tutti coloro che, in questo periodo di emergenza e di restrizioni delle attività produttive, devono recarsi sui luoghi di lavoro per garantire i servizi necessari alla popolazione e la cura e l’assistenza dei malati di Covid-19, mettendo così a rischio la propria salute”.

E’ quanto dichiara l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti, medico legale, che aggiunge: “In prima linea ci sono innanzitutto medici, infermieri, operatori sanitari, ma anche autisti e volontari che svolgono i loro servizi sulle ambulanze, barellieri, addetti alle pulizie negli ospedali, farmacisti, personale dell’amministrazione pubblica, forze dell’ordine e chi lavora nelle aziende per mantenere attiva la filiera produttiva, assicurando così la merce sugli scaffali dei supermercati”.

“Come detto dal segretario della Lega Matteo Salvini, il nostro obiettivo è quello di tutelare legalmente queste categorie – continua Regimenti – come ad esempio i medici, che sono sicuramente esposti al contagio più di altri e i tanti decessi registrati finora lo dimostrano. Il settore della sanità, che sta facendo uno sforzo immenso per gestire l’emergenza di una pandemia probabilmente sottovalutata nella sua drammatica portata, continua ad essere sotto pressione, mancano strumenti di protezione personale e molti medici potrebbero ritrovarsi oggetto di cause di risarcimento per presunti episodi di malasanità legati all’epidemia di Covid-19. Lo Stato – conclude – ha il dovere di difendere chi oggi si sacrifica per dare una speranza e un futuro al Paese”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.

Condividi: