Brindisi. Legale rappresentante e presidente di società di formazione on–line per studenti universitari denunciati per furto e appropriazione indebita.

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale, al termine degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà, per furto e appropriazione indebita, un 42enne e un 43enne, entrambi di Catania, rispettivamente legale rappresentante e presidente di una società con sede legale a Catania, attiva nella formazione on–line per studenti universitari.

In particolare, l’associazione ha ricevuto la somma di 2.375,55 euro da un 50enne di Brindisi per un corso da far frequentare alla figlia, negando poi la restituzione dell’importo riscosso nel momento in cui è stato esercitato il diritto di recesso, nei termini previsti, dall’istante, che ha presentato denuncia–querela presso la citata Stazione Carabinieri. Nel medesimo contesto, la società ha anche prelevato l’importo di 244,00 euro dal conto corrente del querelante.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.