Randagismo, Pellegrino (IC): “Il Consiglio dei Ministri non impugna la nuova legge regionale. Ottima notizia per la Regione”

“L’ultimo consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnare, ritenendola quindi legittima, la nostra legge regionale, approvata a febbraio scorso dal Consiglio sul randagismo. Credo che questa sia per la Regione Puglia un’ottima notizia, che certifica il proficuo lavoro svolto nelle commissioni e con le strutture tecniche preposte.

Un lavoro sì complesso, delicato, spesso anche oggetto di divergenze politiche, ma che ci ha permesso finalmente di riordinare un settore socialmente impattante, sia per i Comuni sia per le associazioni animaliste, dopo quasi 25 anni dalla precedente normativa. Anzi, proprio le associazioni hanno sempre fornito un prezioso contributo per dare al testo una connotazione più ambientalista. Già nel 2016 presentai una mia proposta di legge sul randagismo, poi recepita in più punti dal disegno di legge a firma della Giunta. Sono perciò soddisfatto di aver contribuito alla stesura del testo approvato dall’Aula, che mette al centro il benessere degli animali e che individua una volta per tutte le reciproche competenze delle Asl e dei Comuni nella gestione del randagismo”.

Lo dichiara il presidente di Italia in Comune alla Regione Puglia e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino, commentando la decisione del Consiglio dei Ministri, del 6 aprile, di non impugnare la legge n. 2 del 7/02/2020.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.