CRISI LATTE, FDI: AIUTI REGIONALI ANCHE AI PICCOLI ALLEVATORI-CASEIFICI CHI NON FANNO STOCCAGGIO

La richiesta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo

“Il rischio peggiore che si possa incorrere in questo momento è prevedere aiuti economici che distingue nello stesso settore due categorie di trattamento. Lo diciamo perché pur auspicando che la Regione Puglia passi dalle parole ai fatti per il settore Lattiero-Caseario questo poi non distingua fra allevatori-caseifici di serie A e quelli di serie B.

“Gli aiuti previsti, da quello che apprendiamo, sarebbero rivolti agli allevatori ai quali vengono richiesti sacrifici enormi (come ridurre la produzione del latte), ma anche ai trasformatori (i caseifici per lo più medio-grandi) che hanno visto una contrazione di mercato notevole. Ma esiste tutta una filiera di piccoli caseifici che non sta facendo lo stoccaggio di cagliata e che regolarmente acquista latte dagli allevatori e stanno facendo magazzino di prodotti stagionati. Anche questi ultimi stanno registrano il 30% delle perdite e perciò non è giusto che non debbano avere nessuna delle agevolazioni che la Regione pensa di adottare per il settore”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.