NATO: IN PUGLIA QUATTRO OSPEDALI DA CAMPO DELL’ESERCITO ITALIANO

La R.I. SpA si è appena aggiudicata la fornitura di quattro Ospedali da Campo– ROLE 2 (di cui tre in opzione) a fronte di una gara internazionale esperita dalla NSPA (NATO Support and Procurement Agency), su richiesta dell’Esercito Italiano.


La gara ha avuto la sua genesi nel 2019, grazie alla lungimiranza dell’Esercito Italiano, che ha ritenuto necessario ammodernare le strutture ospedaliere da campo ed ha commissionato ad NSPA l’acquisizione di Ospedali facilmente schierabili e impiegabili. Il requisito prevede strutture basate su shelter interconnessi e tende, articolate in Triage, Pronto Soccorso, Laboratorio Radiografico, Laboratorio Ecografico, Sala preparatoria Chirurgica, Sala Operatoria, Sala Operatoria ausiliaria, Degenza, Farmacia e Area di Gestione.
Nonostante i tempi proposti per la realizzazione fossero di oltre un anno, la R.I., consapevole dell’attuale situazione sanitaria ed abituata ad operare in situazioni emergenziali, ha dichiarato il suo massimo impegno per anticipare la fornitura di almeno tre mesi.
Giovanni Violante, Direttore Generale di R.I. afferma: ”Siamo molto orgogliosi per questa aggiudicazione, che ci ha visto competere con i principali players europei e che ci dà ancora una volta la possibilità di essere al fianco dei nostri soldati, come avviene ormai da decenni i Kosovo, in Libano, negli Emirati, in Afghanistan, a Gibuti, a Mosul,
ecc., dove operiamo sia per la gestione dei campi, che per la Force Protection.
Le nostre intense attività di R&D in ambito sanitario, ci hanno portato a realizzare con il supporto della Regione Puglia e di primari organismi di Ricerca nazionali, un prototipo innovativo di Ospedale da Campo, basato su shelter modulari interconnessi e sistemi aeraulici e tecnologici all’avanguardia. Questo ci ha portato a disporre di soluzioni e tecnologie all’avanguardia in tale settore, che sono state riconosciute anche dall’Agenzia di Procurement della NATO. Nonostante il periodo particolare di confinamento, con i dovuti accorgimenti, stiamo già lavorando alacremente per garantire la fornitura entro il 2020”.

R.I. Group opera da oltre trent’anni nel settore della progettazione e realizzazione di sistemi di costruzioni modulari – shelter tecnologici  equipaggiamento logistico. Il core business aziendale è la costruzione di interi compound ad uso civile e militare con la formula “chiavi in mano”. La forte capacità di tutto il personale aziendale ad operare in territori disagiati, unita ad una notevole organizzazione logistica ha consentito ad R.I. di diventare leader nel supporto delle più importanti missioni internazionali di intervento di emergenza civile e militare, quali in Afghanistan, Albania, Djibouti, Haiti, Iraq, Kosovo, Kuwait, Libano, Mali e Emirati Arabi Uniti.
R.I. dal 2009 ad oggi è il primo fornitore mondiale delle Nazioni Unite per gli “Ablution” (monoblocchi di servizi igienici in acciaio inox) con un fatturato specifico di circa 40 milioni di euro e per le Torri Telescopiche Blindate, con un Long Term Agreement di circa 30 milioni di euro, è inoltre leader nella realizzazione di TecnoShelter sia per
sistemi di Force Protection, che per soluzioni sanitarie.
I principali clienti dell’azienda sono: Nazioni Unite; Ministeri della Difesa; Ministeri dell’Interno, NATO; Unione Europea, Enti Governativi e Società Internazionali.
Il principale stabilimento di produzione ed il quartier generale R.I. è situato a Lecce nel sud-est Italia. Altri stabilimenti sono presenti in Kosovo, Libano e Gibuti. R.I. (Ricerca e Innovazione) ogni anno investe una grande parte delle proprie risorse finanziarie in programmi di ricerca e sviluppo di nuovi materiali, nuove tecnologie e soluzioni progettuali innovative ed eco-compatibili.
R.I. Group è stata premiata al World of Modular 2020, il più prestigioso evento mondiale nel settore delle costruzioni modulari, organizzato dal Modular Building Institute. Il premio per la categoria “Modular Healtcare” è stato conferito per la realizzazione di shelter per ospedali mobili, costruiti con materiali innovativi, ecosostenibili,
interconnessi e di facile assemblaggio.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.