Progetto “Ti porto la Puglia a Casa”. M5S: “Contributi alle aziende per la consegna a domicilio dei prodotti agroalimentari”

Si chiama “Ti porto la Puglia a Casa” il progetto ideato dal consigliere del M5S Cristian Casili e dalla capogruppo Rosa Barone per sostenere le aziende agricole e ittiche pugliesi.

“Abbiamo depositato una mozione – spiegano i pentastellati – per impegnare la Giunta ad individuare le risorse economiche per questo progetto che prevede la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle aziende agricole e della pesca, per incentivare la commercializzazione tramite  la consegna a domicilio dei loro prodotti, attraverso il sostegno allo sviluppo di piattaforme di e-commerce e alle spese di trasporto. Con questa iniziativa sarà possibile, non solo aiutare le filiere del comparto agricolo e della pesca a superare i danni economici che soprattutto i piccoli produttori hanno subito a causa delle limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19, ma anche fronteggiare aspetti di ordine sociale e sanitario, consentendo, in questa fase emergenziale, di ridurre la circolazione delle persone e di aiutare chi è impossibilitato a muoversi dal proprio domicilio per ragioni di età o salute. Grazie agli strumenti offerti dall’innovazione tecnologica, per supportare il sistema imprenditoriale pugliese, è possibile introdurre nuove misure per migliorare i modelli organizzativi adottati dalle aziende agricole, in modo da renderli più innovativi e più adeguati alle esigenze dell’emergenza che stiamo vivendo, garantendo al contempo il rispetto delle norme di sicurezza sanitaria. Una iniziativa simile è stata già attivate dalla Regione Lazio. Il contributo potrà essere impiegato per supportare le aziende nello sviluppo di piattaforme di e-commerce, nel sostegno delle spese di trasporto e di consegne a domicilio delle eccellenze del territorio pugliese”. 

I consiglieri presenteranno un emendamento in sede di esame in Consiglio della proposta di legge ‘Misure straordinarie per le conseguenze socio-economiche derivanti dalla pandemia Covid-19’ prevedendo uno stanziamento iniziale di 200.000 euro.

“Questo modello innovativo – continuano i cinquestelle –  non solo permetterà di ridurre le occasioni di contagio, ma, se sviluppato in modo integrato attraverso i consorzi e le organizzazioni di produttori, consentirà di sviluppare una piattaforma dell’e-commerce delle produzioni pugliesi che permetterà di sostenere e promuovere ancora meglio le produzioni locali sostenendo in particolare i piccoli produttori  e rafforzando il tessuto economico pugliese. Confidiamo – concludono i consiglieri – nella piena condivisione della proposta da parte dell’Assessore competente e di tutte le forze politiche in Consiglio Regionale. Il modo migliore per ripartire è quello di dare alle nostre aziende agricole gli strumenti per farlo e mai come ora le piattaforme digitali rappresentano il mezzo più adeguato, veloce e sicuro”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.