Primo video forum per le imprese artigiane promosso da Confartigianato Bari Brindisi ed AIAS.

Si terrà nel pomeriggio di lunedì 27 aprile alle 17.30 il primo videoforum per le imprese artigiane sull’emergenza coronavirus, il titolo è “Emergenza Corona Virus – DPI nel settore del Benessere.

L’iniziativa innovativa è promossa dalla Confartigianato Bari Brindisi e dall’AIAS, tra le più rappresentative organizzazioni di imprenditori, la prima, e di consulenti della sicurezza nei luoghi di lavoro ed ambientale, la seconda.

Una collaborazione che è nata dalle sollecitazioni della categoria del Benessere che in Confartigianato riunisce acconciatori, barbieri ed estetiste e dai loro consulenti che elaborano i DVR, Documenti di Valutazione dei Rischi.

Questa categoria è stata la più danneggiata economicamente dall’emergenza sanitaria, tra le prime a dover chiudere nel rispetto del Decreto Conte dall’11 marzo scorso ed è tra quelle che attende di sapere, a tutt’oggi, se potrà o meno aprire il prossimo 4 maggio.

Sono imprenditori che in questo periodo stanno ripensando i loro ambienti di lavoro, riorganizzando i turni di lavoro, ripianificando le collaborazioni con i dipendenti, rivedendo i listini, tra le tante cose stanno valutando i costi di acquisto dei dispositivi di protezione individuale, in primis delle mascherine, delle barriere in plexiglass, dei prodotti per la disinfezione e la sanificazione, non sono rimasti fermi con le mani in mano, ora attendono disposizioni certe sul da fare in modo da poter riaprire in modo sicuro, evitare lo spreco di danaro e, soprattutto, di fare interventi o acquisti non sufficienti ad azzerare il rischio del contagio.

Il Videoforum è un evento che consente di partecipare ad un massimo di 150 persone, tra artigiani e consulenti, si partecipa stando a casa di fronte al proprio computer dotato di telecamera, microfono e casse audio, ci si iscrive rispondendo ad un semplice messaggio che si potrà richiedere sul telefonino al Direttore di Confartigianato Brindisi, una volta inviato il proprio indirizzo mail ed i propri dati anagrafici non si dovrà far altro che aspettare l’arrivo sul proprio indirizzo mail del link su cui cliccare lunedì pomeriggio, pochi minuti prima dell’inizio.

Acconciatori ed estetiste “incontreranno” sul video 4 esperti di sicurezza che interverranno sul tema del Coronavirus, con i relatori si potrà interagire e gli si potranno porre domande, ad introdurre l’iniziativa sarà Marco Natillo il Responsabile della categoria Benessere di Confartigianato mentre a moderare i lavori sarà Giovanni Taveri componente del Consiglio Direttivo di AIAS.

Gli esperti sono il Dr. Cirla, Medico del Lavoro che parlerà delle responsabilità del medico aziendale e del datore di lavoro, gli Ingegneri Boldini e Galbiati che parleranno dei DPI, caratteristiche e obbligo di utilizzo, il D. Dituri che parlerà di formazione sui rischi e delle opportunità di effettuarla gratuitamente.

Confartigianato ed AIAS sono già impegnate ad organizzare i prossimi videoforum per tutte le altre categorie dell’artigianato, per conoscere il calendario e le nuove modalità si potrà contattare la Confartigianato di Brindisi telefonando al Direttore Rino Piscopiello al 328.8519445.

locandina definitiva 20200427_DPI (1)


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.