SOLIDARIETA’ E DPI, ZULLO: ALLA REGIONE LAZIO SI DANNO IN PRESTITO ALLE RSA PUGLIESI SI VENDONO A PREZZI PIU’ ALTRI DI QUELLI PREVISTI DAL PREMIER CONTE

Dichiarazione del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo

“La solidarietà ai tempi del coronavirus è una parola che può cambiare la vita delle persone. Per questo non possiamo non essere favorevoli al prestito di DPI che la Regione Puglia ha fatto alla Regione Lazio… ciò che non capiamo è perché con il Lazio siamo solidali e con le RSA pugliesi no, per altro alcune fra le più colpite dal Covid. Anzi con le residenze per gli anziani la Regione si comporta anche peggio, come un commerciante praticando per altri prezzi anche più alti (si allega tariffario).

“Sono giorni che i gestori delle RSA girano come trottole da un deposito ad un altro in cerca di DPI, sballottati fra Protezione civile e Asl. Avevamo fatto inutilmente un appello alla Regione perché il materiale (in numero adeguato agli ospiti e agli operatori sanitari) fosse distribuito gratis. Nella logica che garantire la sicurezza di questi luoghi è una misura di prevenzione utile anche a evitare i contagi anche all’esterno. Ma nulla, allora avevamo sperato che almeno i prezzi fossero più vantaggiosi, invece scopriamo che le mascherine costano più di quanto il premier Conte ha imposto come vendita al dettaglio: ovvero 0,62 euro (Iva esclusa) a fronte dei 0,50. Ma che solidarietà è mai questa???

“Senza contare che continuiamo a registrare le lamentele di molti medici di base che sostengono di essere privi di DPI, il presidente Emiliano come può essere sensibile con il collega e segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, e non esserlo nei confronti dei medici di famiglia pugliese?

“A noi ci sembra che ci sia qualcosa che non quadra… e non è sicuramente la solidarietà. Quella proprio manca”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.