BRINDISI.Friends’ Bike:Mobilità e fase due, le proposte della nostra associazione.Lettera aperta al Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

L’emergenza sanitaria da covid 19 e il conseguente Lockdown, che si protrae dalla prima decade di marzo, hanno costituito indubbiamente una situazione drammatica quanto inedita per il popolo italiano, colpito da un nemico invisibile e mortifero, con evidenti ripercussioni anche dal punto di vista socioeconomico.


Ciononostante, tra le molteplici criticità, si è registrato anche un aspetto positivo, ovvero quello del miglioramento della qualità dell’aria dei medi e grandi agglomerati urbani , grazie al decremento dei gas di scarico del traffico veicolare, diminuito di circa il 70% su scala nazionale.
Il 4 maggio 2020, come previsto dal Governo in un apposito DPCM, saranno in qualche modo allentati gli stringenti vincoli imposti agli spostamenti della popolazione, come si ritiene sia giusto, sia in considerazione del calo della curva dei contagi, sia del fatto che il regime rigido di restrizione domiciliare, probabilmente, non avrebbe potuto protrarsi oltre, senza danni per la salute psicofisica dei cittadini.
La cosiddetta fase due vedrà il permanere di norme di distanziamento sociale e di autocertificazione degli spostamenti, mentre sarà consentito, finalmente, ai cittadini di effettuare attività motoria o sportiva anche a distanza dal proprio domicilio, sia a piedi che in bicicletta.
Quello che, tuttavia, si nota anche in questi ultimi giorni di fase uno è la ripresa di volume del traffico veicolare a motore, che, con l’allentamento delle restrizioni, nei prossimi giorni, potrebbe raggiungere anche il livello pre crisi sanitaria, con conseguenze negative sulla qualità dell’aria e sulla salute dei cittadini.
Alcuni studi pubblicati in questi giorni, peraltro, dimostrerebbero che l’inquinamento e le polveri sottili potrebbero essere un veicolo per lo sviluppo di forme più gravi di covid 19.
Alla luce di quanto sopra esposto, in qualità di associazione cittadina che da anni si occupa di mobilità sostenibile, siamo qui ad esortarvi a porre in essere provvedimenti volti a promuovere la bicicletta (tradizionale, elettrica ed altri mezzi similari) come mezzo di trasporto urbano ideale per la cosiddetta fase due, disincentivando, per quanto possibile, gli spostamenti non necessari in città su mezzi di trasporto motorizzati alimentati a combustibili fossili, il tutto al chiaro scopo di continuare a beneficiare di una migliore qualità dell’aria e di tutelare compiutamente la salute pubblica.

Ringraziamo per la cortese attenzione.

Cordialmente.
Il Direttivo Friends’ Bike Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.