Turismo. M5S: “Proposta FI avrebbe potuto essere finanziata con dimezzamento indennità dei consiglieri e non togliendo fondi a cultura”

“Usare le risorse derivanti dal dimezzamento delle indennità di tutti noi consiglieri regionali per aiutare il settore turistico e finanziare la misura ‘Resto in Puglia’ promossa da Forza Italia con un emendamento alla proposta di legge per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Avremmo voluto presentare questo subemendamento, per evitare che i fondi fossero presi da quelli destinati dalla Regione alla cultura, ma non ce n’è stata data la possibilità senza che ne fosse spiegato il motivo. Per questo ci siamo astenuti nella votazione all’emendamento, perchè riteniamo che i fondi per sostenere il turismo debbano essere presi dalle nostre diarie. Nella prossima seduta utile del Consiglio presenteremo una mozione per riproporre il dimezzamento delle nostre indennità da destinare ai settori maggiormente colpiti dall’emergenza Covid”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S.

“Non potevamo permettere – continuano – che per fare un passo avanti verso il turismo ne facessimo uno indietro per il sostegno alla cultura. Purtroppo non ce n’è stato dato modo e senza alcuna spiegazione. Solo un messaggio per dirci che non si sarebbe potuto presentare il  subemendamento. Non ci fermeremo qui e continueremo a chiedere ai colleghi consiglieri un atto di responsabilità: il dimezzamento delle indennità fino alla fine della legislatura, destinando il risparmio ottenuto a progetti che vadano a dare sostegno concreto ai settori che stanno pagando maggiormente il prezzo di questa crisi”.    


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.