Aeroporto di Brindisi, Macina (M5S): “Basta speculazioni politiche. Nessun pregiudizio per lo scalo”

La deputata brindisina: “Ricordiamo che la chiusura è dovuta al quasi completo azzeramento delle rotte da inquadrare nell’insieme delle misure adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria e con lo scopo di salvare vite umane”

Roma, 6 maggio – “Far passare l’idea che si stia portando avanti un preciso e studiato tentativo di penalizzare l’aeroporto di Brindisi, a vantaggio di quello di Bari, è l’ennesima speculazione politica che mira a ‘terrorizzare’ lavoratori, e tessuto sociale e imprenditoriale. Resta una illazione, inutile e disancorata dalla realtà”. Ad affermarlo è la deputata brindisina Anna Macina (M5S). “Le parole con cui il deputato Mauro D’Attis – continua – è intervenuto sulla vicenda dello scalo di Brindisi segnano ancora una volta il vizio persistente di diffondere fake facendole passare per fatti accertati, sempre impegnati ad alimentare polemiche fondate sul nulla ma mai a dare un contributo collaborativo durante questa pandemia mondiale. L’aeroporto di Brindisi, così come gran parte degli scali italiani, è stato chiuso temporaneamente, e sottolineo temporaneamente, in attuazione delle misure di contenimento contro il Coronavirus. Questo è stato il frutto della scelta precisa del Governo di mettere al primo posto la salute dei cittadini”.

“Siamo consapevoli che la chiusura dello scalo di Brindisi, come tutte le ‘chiusure’ conseguenti al lockdown, generi un danno economico al territorio, ma una riapertura in assenza di un numero di voli sostenibile è comunque un dato da cui non si può prescindere! È necessario rimarcare come il paragone con lo scalo di Bari è fuori luogo, dal momento che l’unico volo attivo dell’aeroporto è il collegamento Bari-Roma con circa 20-30 passeggeri. Questi sono i dati di cui si dovrebbe tenere conto!”

“Nel frattempo è opportuno e doveroso che Aeroporti di Puglia metta al più presto in atto, per lo scalo brindisino, tutte le disposizioni ministeriali, che prescrivono un preciso protocollo, perché si sia pronti a ripartire in massima sicurezza”.

“Nella fase 2 – conclude – non possiamo permetterci errori che provocherebbero danni irreversibili anche alla già provata economia aeroportuale italiana.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.