FASE 2, ZULLO (FDI): TAMPONI A TUTTI I LAVORATORI, GLI ASINTOMATICI POTREBBERO INFETTARE TUTTA L’AZIENDA

La richiesta del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo

“Abbiamo sempre ribadito che la Fase 2, la ripartenza soprattutto delle attività lavorative, dovesse avvenire in sicurezza. Sono fortemente preoccupato per la forte propensione della Regione a centellinare i tamponi e se non farli dovesse colpire il nostro sistema produttivo, ormai in fase di riavvio, rischieremmo di trasformare i luoghi di lavoro in luoghi di contagio così come avvenuto per gli ospedali e per le RSA-RSSA.

Entro nel merito: stando ai Protocolli di Sicurezza firmati fra Governo e Sindacati per ogni persona che torna al lavoro ogni giorno deve essere misurata la temperatura corporea e se questa è pari o superiore a 37.5 il lavoratore non può accedere ai luoghi di lavoro, deve isolarsi a casa e concordare il da farsi con  medico di medicina generale che potrà richiedere il tampone per ottenere diagnosi di positività o negatività al COVID. Solo se questo risulterà negativo medico competente potrà riammettere il lavoratore al lavoro. Il medico di medicina generale potrà anche escludere la necessità del tampone ma ai fini della riammissione al lavoro del lavoratore dovrà pur relazionarsi con il medico competente perché Covid ci ha abituato a brutte sorprese: molti non presentano sintomi, sono asintomatici o paucisintomatici e senza certezza di un tampone negativo c’è sempre il rischio di diffusione del virus in ambito aziendale.

“Se la Regione Puglia continuerà ad ostinarsi nel centellinare i tamponi e non si attiva perché il tampone venga eseguito su chiunque torni al lavoro, la probabilità del ritorno alla Fase Uno è molto probabile. È il caso che Emiliano scenda dall’estero e si occupi di cose terrene”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.