DPI. Laricchia (M5S): “Necessaria la massima trasparenza sulla distribuzione nelle province. Lo chiedono i territori”

“La massima trasparenza nella distribuzione dei DPI sul territorio è un dovere per la Protezione Civile regionale nei confronti di tutti i territori provinciali pugliesi oltre che un atto di coerenza rispetto a quanto preteso da questa Regione dalla Protezione Civile Nazionale.

Abbiamo piena comprensione del lavoro svolto e non possiamo che ringraziare operatori e volontari, ma la risposta del dottor Lerario che giustifica la mancata pubblicazione delle informazioni sui dispositivi di protezione individuali con la mancanza di tempo materiale non è sufficiente. La Protezione Civile nazionale non crediamo sia meno impegnata di quella regionale, ma ha trovato tempo e risorse per dare alle Regioni informazioni richieste. Non si tratta di curiosità, ma di una necessità che viene dai territori: avere un monitoraggio dei DPI distribuiti provincia per provincia per capire quale sia la situazione. Io tornerò a chiederlo e andrò avanti fino a quando non avrò ottenuto massima chiarezza”. Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia, a margine dell’audizione da lei richiesta in Commissione Bilancio del Dirigente della Sezione Protezione Civile e Sezione Economato Antonio Mario Lerario per avere maggiori informazioni sui DPI ricevuti dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, sui DPI acquistati dal Servizio di Protezione Civile e su quelli pervenuti attraverso le donazioni, la loro tracciabilità, certificazione di qualità e le modalità di distribuzione. 

“I territori pugliesi  – continua Laricchia – chiedono attenzione alla Protezione Civile Regionale, la stessa che la Protezione Civile Regionale ha chiesto e ottenuto da quella nazionale, tanto da essere, come emerso oggi la quarta regione per DPI ricevuti. Ritengo inoltre necessaria la massima chiarezza sulle procedure di comparazione e selezione delle offerte di acquisto di DPI. Oggi abbiamo scoperto che c’è un indirizzo mail a cui le aziende possono inviare le proprie offerte ma ci aspettiamo ora delle procedure a evidenza pubblica per garantire parità di accesso alle opportunità alle aziende del territorio. Ho ufficialmente chiesto inoltre di ricevere la lista dei movimenti del conto su cui sono arrivate le donazioni dei pugliesi per sostenere il sistema sanitario e la Protezione Civile regionale. Tutti i cittadini che hanno donato non solo materialmente, ma anche con il cuore saranno felici di sapere cosa è stato fatto grazie al loro contributo”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.